Review “combo” Gel Detergente Micellare e Acqua Micellare #Purificante di Gyada Cosmetics

Non molte settimane fa ho ricevuto un pacco con tutta la linea Renaissance del giovane brand Gyada Cosmetics; il 30 marzo 2018 è stata lanciata sul mercato e io ho deciso di iniziare a testare questi prodotti per parlarvene in puntate.

Buongiornissimo 😛

Come dicevo e come avrete anche notato dal titolo, ho deciso di recensire questi prodotti in puntate, poiché si tratta, nonostante sia una linea unica, di tre linee diverse, cioè queste referenze hanno ben tre target diversi: pelli secche, sensibili e grasse. Avete capito bene, il brand di Gyada sta espandendo i suoi orizzonti ampliando l’offerta che prima contemplava solamente la cura ecobiologica dei capelli anche a prodotti per la cura del viso, e chissà che non si sbilanci in direzione di corpo, unghie, etc etc.

Quando parliamo di linea Renaissance intendiamo concretamente (per ora) due tipologie di prodotto: Gel Detergenti Micellari e Acque Micellari, pensati in tre varianti, ciascuna destinata a un tipo di pelle. Vi lascio il post con il comunicato stampa in cui si anticipava l’uscita appunto della linea Renaissance per sapere cosa dovete aspettarvi.

Voglio innanzitutto fare un preambolo dovuto. La linea Renaissance non ha un nome scelto a caso. Come l’epoca del Rinascimento ha riportato la luce dopo un periodo di oscurità, qual è stato il Medioevo, il brand si propone di ricreare un qualcosa in grado di andare contro l’idea che ciò che è bello è anche frivolo, contro l’idea che la bellezza naturale debba essere coperta, nascosta, magari da strati di fondotinta, perché una cosa bella al naturale è anche una cosa sana, pura, che per quanto possa mostrare, da nuda, difetti o debolezze, in realtà in sé e per sé è perfetta.

La linea Renaissance è simbolo di rinascita, sembra che Gyada voglia urlare “smettetela di coprire le vostre imperfezioni, piuttosto curatele!”, permettendoci quindi di abbattere il muro del perfetto come la società ci ha insegnato ad essere, piuttosto ritornare ad apprezzare una pelle nuda, pulita, libera di respirare.

Gyada, in corsa con questa “nuova” filosofia di rinascita, si propone quindi di venire in nostro soccorso con la nuova linea Make-up remover (e detersione viso, ndr) ispirata al Rinascimento artistico, presentando 6 nuove referenze in totale: Gel Detergente Micellare per pelli impure, sensibili o mature e Acqua Micellare per pelli impure, sensibili o mature, tutte a base di estratti vegetali e biologici certificati AIAB. Si tratta quindi, come avevo accennato sopra, di tre linee: Purificante, Lenitiva e Anti-age.

 

Oltre la filosofia che muove questa nuova linea Renaissance, anche i packaging sono stati ispirati al Rinascimento: possiamo notare dei flaconi semplici, trasparenti, con etichette azzurre, gialle o rosse in base alla linea, con tutte le informazioni utili per l’utilizzo direttamente stampate sul flacone di plastica, riducendo al minimo lo spreco di confezioni, carte e cartoni vari che tanto ci dispiace gettare nel cestino, … MA non ci dobbiamo dimenticare assolutamente di portare la nostra attenzione sui “rosoni” scelti per il design delle etichette. Quello che vedete qui di fianco è appunto la forma ispirata dall’architettura rinascimentale pensata per i flaconi della linea Purificante. Ogni linea ne presenta uno differente.

 

  • I Gel Detergenti Micellari sono flaconcini da 200ml con tappo dosatore classico presente nei saponi da supermercato, in grado di misurare al meglio la dose da riversare sui polpastrelli, ideale appunto ad essere distribuita su tutto il viso prima del frizionamento e del risciacquo. Il gel è pensato per la detersione quotidiana della mattina, essi presentano infatti delle texture molto leggere dal basso potere schiumogeno per ridurre il rischio di secchezza della cute. Si ripromettono di regalare una pelle liscia e morbida, semplice e rapida da risciacquare. Vanno massaggiati sulla pelle umida e risciacquati senza troppe difficoltà. Sono ideali per la rimozione di make up leggeri e poco elaborati.
  • L’Aqua Micellare invece è contenuta in un flacone “gigante”, da 500ml, con un tappo simile a quello che viene usato per gli shampoo (con un semplice forellino su superficie piatta), anche se il forellino non è molto ampio e, soprattutto, presenta una piccola galleria di pochi millimetri utile a limitare la fuoriuscita dell’acqua per direzionarla precisamente sul dischetto di cotone, col quale andremo ad effettuare la rimozione del trucco più elaborato o la semplice detersione del viso serale. L’acqua micellare Gyada ha un elevato potere struccante che non va ad intaccare l’idratazione naturale della pelle, anche se comunque viene consigliato di posizionare il dischetto bagnato di acqua micellare sugli occhi chiusi per qualche secondo al fine di sciogliere ombretti e mascara, evitando di frizionare zone delicate come quella del contorno occhi.

Le profumazioni nelle varie linee si richiamano; scopriremo andando avanti con le review che le fragranze non sono tutte uguali (ad esempio quella Lenitiva non presenta profumazione, per evitare di irritare ancora di più le pelli sensibili), e, anzi, presentando gli stessi attivi sia nel gel che nell’acqua micellare, esse, usate in combo, prevedono una sinergia degli ingredienti in grado di esaltare le loro proprietà.

 

Fino a oggi io ho avuto modo di testare i due prodotti con l’etichetta azzurra, quelli della linea #Purificante, pensati per le pelli miste/grasse con impurità, ed è di questi che vi vado a parlare.

Vorrei specificare che, per il discorso sugli stessi attivi che si richiamano e, di conseguenza, profumazioni simili ritrovate tra gel e acqua micellare della stessa linea, la linea Purificante è caratterizzata da una profumazione balsamica, data dalla presenza di attivi come salvia, amamelide, timo, bardana, olio essenziale di menta ed eucalipto. Essi regalano un odore che ve lo potete solo immaginare.

Questo slideshow richiede JavaScript.

    1. Gel Detergente Micellare PURIFICANTE. PELLE MISTA – GRASSA – CON IMPURITA’. 10,90€
      Ideale per la detersione quotidiana del viso di pelli miste, grasse e/o con impurità; la delicata texture in gel a basso potere schiumogeno deterge, rimuove le ultime tracce di make-up e dona alla pelle freschezza e morbidezza.Consigli d’uso:distribuire una piccola quantità di prodotto su tutto il viso e risciacquare.

      INCI: Aqua, Glycerin, Xanthan gum, Salvia officinalis leaf water (*), Arctium lappa root extract (*), Thymus capitatus herb extract (*), Aloe barbadensis leaf juice (*), Hamamelis virginiana leaf water, Sodium lauroyl glutamate, Disodium cocoamphodiacetate, Diglycerin, Polyglyceryl-4 caprylate, Potassium hydroxide, Decyl glucoside, Lauryl glucoside, Cocamidopropyl betaine, Mentha piperita oil, Eucalyptus globulus oil, Lactic acid, Citric acid, Potassium sorbate, Sodium benzoate, Benzyl alcohol, Limonene, Parfum.

      (*) da agricoltura biologica

      Formulato con: 0%: ALCOHOL-BHA-BHT-COLOURANTS-EDTA-PEGPARABENS-PETROLATUM-SLES-SLS-SILICONES

      NICHEL TESTED <0.0001%

      CERTIFICATO AIAB

      Nickel Tested       Cruelty Free        Vegan

      Innanzitutto li ho sistemati in quest’ordine (prima il gel e poi l’acqua) per l’ordine con cui li uso durante il giorno: al mattino appena sveglia detergo il viso con il gel detergente, sostituendo il latte detergente come vi spiegavo nella mia routine viso del periodo invernale, massaggiandolo con la mia spazzolina Foreo Luna play di cui vi ho parlato poco tempo fa. Penso che il dosatore dosi alla perfezione la giusta quantità di gel da distribuire su tutto il viso già inumidito; anche se si dice che questi gel abbiano un bassissimo potere schiumogeno, un po’ di schiumetta la fanno. Tanto per dire che non dobbiamo pensare che la frizione produca zero schiuma (lo dico per chi, come me, senza schiuma non riesce a regolarsi). I produttori consigliano di usare il gel detergente al mattino da solo sulla pelle umida e alla sera dopo aver risciacquato l’acqua micellare, per amplificare la sensazione di pulizia e il potere struccante. Per dire che, se non mi sono truccata durante il giorno, non serve fare il doppio passaggio con il gel. Insomma, profumo balsamico celestiale proprio, secondo me libera il naso nei giorni di raffreddore: è freschissimo senza rimanere sulla pelle e, soprattutto, senza infastidire i nasi più sensibili. Come saprete, io ho una pelle mista sensibile, piena di impurità e di PROBLEMI (secchezza, screpolature, punti neri, rossori e chi più ne ha più ne metta), e mi sono trovata benissimo con questo gel. Solo una volta, evidentemente senza bilanciare con una crema viso abbastanza coprente, ho avuto la sensazione di pelle che tira durante la giornata. Mi sono accorta, non rimuovendo ad esempio il filo di eyeliner la sera prima di dormire, che il gel detergente è ottimo per rimuovere i residui di make up che spesso permangono oltre la notte o che si vengono a creare con la lacrimazione notturna, appunto (non so, avete presente quando la sera mettete la matita nella rima intera dell occhio e la mattina dopo ricompare sbiadita tra le ciglia nonostante vi siate struccate prima di andare a dormire? Ecco). Il gel detergente come idea e come prodotto in sé mi è piaciuto molto.

    2. Acqua Micellare PURIFICANTE. PELLE MISTA – GRASSA – CON IMPURITA’. VISO – OCCHI – LABBRA. 10,90€
      Soluzione micellare ideale per viso, occhi e labbra. La texture leggera ed ultra-scorrevole rende facile e confortevole la rimozione del make-up, donando alle pelle un’immediata pulizia e freschezza.
      Formulata con Bardana, Timo, Salvia, Amamelide e Aloe, svolge un’azione dermopurificante, rinfrescante e lenitiva, risultando ideale per pelli miste, grasse e con impurità.Consigli d’uso:applicare su un dischetto di cotone e lasciare agire su viso, occhi e labbra.
      Per una maggiore detersione si consiglia di risciacquare il viso con il Gel Detergente Micellare Purificante Gyada Cosmetics.

      INCI: Aqua, Glycerin, Salvia officinalis leaf water (*), Thymus capitatus herb extract (*), Hamamelis virginiana leaf water, Arctium lappa root extract (*), Sodium lauroyl glutamate, Disodium cocoamphodiacetate, Diglycerin, Polyglyceryl-4 caprylate, Potassium hydroxide, Decyl glucoside, Mentha piperita oil, Eucalyptus globulus oil, Lactic acid, Citric acid, Potassium sorbate, Sodium benzoate, Benzyl alcohol, Limonene, Parfum.

      (*) da agricoltura biologica

      Formulato con: 0%: ALCOHOL-BHA-BHT-COLOURANTS-EDTA-PEGPARABENS-PETROLATUM-SLES-SLS-SILICONES

      NICHEL TESTED <0.0001%

      CERTIFICATO AIAB

      Nickel Tested       Cruelty Free        Vegan

      Che ne penso? Che il vero problema qui è l’essere costanti. Non si può pretendere di avere una bella pelle se la routine viso serale non viene rispettata, cosa che io spesso faccio. 🙁 L’acqua micellare è ottima, rinfrescante e profumata come il gel detergente, però ATTENZIONE: non è un tonico!, è un’acqua in grado di sciogliere le impurità e la sporcizia (o il make up) che si sedimentano nei pori durante il giorno, la quale, con la collaborazione di un dischetto di cotone che svolge funzione esfoliante, le tira via e ripulisce lo strato superficiale della pelle, quindi va risciacquata abbondantemente con acqua – anche perché, se non la risciacquiamo, ci rimane la pelle leggermente appiccicosa… e dopo va distribuito il tonico per richiudere i pori. Vi dico la verità: la mia pelle è ricca di impurità, e ormai questo l’avete afferrato, però devo purtroppo dire di avere delle zone problematiche oltre al viso, quali, ad esempio, petto e spalle. Ebbene, ho proseguito (sostituendo qualcosa qua e là con i Gyada) la routine abitudinaria che stavo già attuando con altri prodotti, che consisteva nel passare un dischetto di cotone imbevuto di acqua micellare anche su petto e spalle, e piano piano sono riuscita a seccare un po’ tutta la pellaccia grassa che mi faceva riempire di ponfi infiammati e punti neri – impossibili da rimuovere senza l’aiuto di un amico/parente maniaco dei brufoli. Spero piano piano che, con vestiti più leggeri, con la bella stagione e con perseveranza, io riesca ad andare al mare senza il rischio di abbronzarmi a macchie a causa dei ponfi 🙁 [ovviamente si tratta di problematiche date da sbalzi ormonali che comunque sto tenendo sotto controllo in altri modi]. Per quanto riguarda il viso, invece, mi sono trovata quasi magnificamente. Quasi. Facendola breve, ho usato per giorni l’acqua micellare alla sera, facendo il doppio passaggio anche col gel in caso di make up pesanti. Allora: il gel detergente è ottimo e rinfrescante, come ho detto in altre occasioni, rimuove make up leggero come eyeliner, residui di mascara o matite della sera precedente, dà una sensazione di pulito senza l’effetto pelle che tira. L’acqua detergente per la sera allo stesso modo dona la sensazione di pelle pulita e tonificata, quindi rimuove la sporcizia e il sudore della giornata ecc, PERO’ senza il doppio passaggio non strucca benissimo: una sera che mi sono ritirata con un trucco abbastanza elaborato sono riuscita a togliere il grosso con l’acqua micellare lasciando due dischetti bagnati (di acqua micellare) in posa sugli occhi, dopo aver rimosso il fondotinta con un ulteriore dischetto. Se non avessi fatto anche il passaggio successivo con il gel – il quale ti permette di massaggiare la pelle anche attorno agli occhi per tirare via strisce di mascara e ombretti senza il rischio di aggredire il contorno occhi – non sarei riuscita ad eliminare l’effetto panda. Ovviamente subito dopo seguono risciacquo con acqua, tonico e crema viso. 😉

      Viso e decolleté, senza filtri, dopo circa una settimana di utilizzo della linea Renaissance – Purificante di Gyada Cosmetics.

… Perché ho detto che mi sono trovata quasi magnificamente e non solo magnificamente? A lungo andare, questa routine Purificante ideata per pelli semplicemente grasse e impure, sulla mia pelle mista sensibile, è andata a seccare un pochino: dopo il risciacquo con acqua, se non passavo subito tonico e crema, mi si evidenziavano tantissimo le screpolature e, soprattutto, i rossori. Infatti eccomi qui a lato in tutto il mio splendore di pelle screpolata e arrossata dopo circa una settimana di utilizzo – relativamente costante – di Gel Detergente Micellare e Acqua Micellare #Purificante della Gyada Cosmetics. Tutto ciò possibile perché evidentemente non devo utilizzare prodotti per pelli grasse (sto a specificare di nuovo che comunque la mia pelle è già un pochino problematica di per sé, quindi non dico che brufoli e rossori siano stati causati esclusivamente dai prodotti purificanti Gyada).

 

Fine.

Ringrazio Gyada Cosmetics per avermi dato anche stavolta l’opportunità di testare i nuovi prodotti in anticipo <3 , vi avviso che essendo già in possesso anche degli altri quattro prodotti della linea Renaissance dovete aspettarvi altre due puntate su questo stesso filone.

 

Spero che l’articolo sia stato d’aiuto a qualcuno di voi,

Vi ringrazio per la lettura, vi ricordo che potete iscrivervi al mio canale Youtube sul link nell’allegato qui di seguito…

… E che vi aspetto per la prossima visita! Ciao!