Crema viso Lifting di BotaniKa

Vi avevo anticipato che a breve vi avrei raccontato della mia esperienza con questa terza tipologia di crema viso BotaniKa, marchio reperibile negli MD. Aprite l’articolo per sapere cosa ne penso.

Buongiorno ragazzi! Come state? Sapete che in aprile il blog ha compiuto ben 5 anni? Come un bambino…

Per fortuna non lo è, altrimenti sarebbe rimasto un po’ affamato nell’ultimo anno, eheh.

 

Allora! Voi avete già testato qualche prodotto del brand BotaniKa Naturalmente? Come dicevo, si tratta di un marchio reperibile nel discount MD, presente nella mia città da qualche anno ormai. In passato vi avevo parlato di una crema corpo che ora non trovo più sugli scaffali, di un levasmalto, e di alcune cremine viso con cui mi ero trovata anche abbastanza bene (la Idratante e la Nutriente).

 

[Nel post di Instagram qui di seguito trovate la puntata dei Prodotti Terminati in cui parlavo del levasmalto di BotaniKa.]

Con l’avvicinarsi anche del mio compleanno (oltre a quello del blog, ebbene sì, ho compiuto ben un quarto di secolo, che vecchiaccia), ho deciso di iniziare a procurarmi alcuni prodotti che servono a prevenire le rughe (non ho ancora portato a termine questo processo di trasformazione da routine adolescenziale a routine matura) e l’invecchiamento (ebbene sì #2, l’anti age inizia a 25 anni!), quindi, quando mi è capitata l’occasione, ho furbescamente comprato questa variante di crema viso che ancora non avevo provato e che, dal nome “lifting” pensavo fosse più indicata a pelli mature e, a logica, più corposa. Pensavo fosse l’ideale per la mia pelle mista sensibile, mista perché molto secca e tendente a screpolarsi e arrossarsi, visto che spesso coi prodotti per pelle matura mi trovo abbastanza bene.

Non vi spoilero nulla però, ora vi rifilo le informazioni tecniche, alla fine invece vi dirò di più su come ha reagito la mia pelle.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Innanzitutto l’inci (stavolta mi sono ricordata di non cestinare la confezione prima della redazione dell’articolo, fiuu!).

INCI (fonte: Saicosatispalmi):
Immagine AQUA (WATER)
Immagine CAPRYLIC/CAPRIC TRIGLYCERIDE
Immagine ETHYLHEXYL STEARATE
Immagine CETEARYL ALCOHOL
Immagine GLYCERYL STEARATE
Immagine GLYCERIN
Immagine SODIUM POLYACRYLATE
Immagine PRUNUS AMYGDALUS DULCIS (SWEET ALMOND) OIL*
Immagine MEADOWFOAM ESTOLIDE
Immagine LECITHIN
Immagine ALGIN
Immagine BIOSACCHARIDE GUM-4
Immagine ASCORBYL PALMITATE
Immagine alpha-GLUCAN OLIGOSACCHARIDE
Immagine PARFUM (FRAGRANCE)
Immagine SODIUM STEAROYL GLUTAMATE
Immagine PROPANEDIOL
Immagine XANTHAN GUM
Immagine CITRIC ACID
Immagine DISODIUM EDTA
Immagine PHENOXYETHANOL
Immagine ETHYLHEXYLGLYCERIN
Immagine TOCOPHEROL

*Principi attivi di origine biologica

 

E’ una crema viso con inci accettabile, estrapolata dall’offerta di mercato di un brand che NON è ecobio, né tantomeno offre solamente prodotti con buoni inci (alcuni contengono siliconi: andate sempre al supermercato con l’applicazione per analizzare gli ingredienti a portata di mano – io ora sto usando Greenity).

Costa meno di 4€ per 50ml, è contenuta in un barattolino di vetro bello resistente, coperchio in plastica colorato (questa volta di viola), il prodotto in sé è bianco ottico lucido (riflette la luce), ha una fragranza asprigna pungente che somiglia a quella di un sapone, ha un PAO di sei mesi, non contiene siliconi, petrolati (oli minerali), allergeni, coloranti, parabeni (cattivi in caso di contatto prolungato con la pelle, quindi OK ci piace), dermatologicamente testato; dice sia distensiva dei tratti, grazie alla sinergia di olio di mandorle dolci (lo riconoscete nella lista qui sopra come prunus amygdalus dulcis oil – guardate che è all’ottavo posto già che ci siete) e ceramidi vegetali naturalmente liftanti perché dovrebbero rinforzare la barriera cutanea, difendendo la pelle dai segni del tempo e dalle tendenze a incresparsi. La crema Lifting di BotaniKa si ripromette quindi di donare alla pelle del viso un aspetto più giovane e disteso, idratato, turgido per un effetto prolungato nel tempo. E fin qua ci siamo.

L’olio di mandorle è un olio rinomato per le sue proprietà emollienti, addolcenti, nutrienti; le “ceramidi vegetali” sono pensate per ripristinare e mantenere l’integrità della barriera cutanea, migliorando significativamente il livello di idratazione della pelle. Cit.

 

Modo d’uso: applicare al mattino e alla sera sulla pelle ben detersa (qui la routine viso fatta bene) con il latte detergente ed il tonico (loro consigliano proprio quelli di BotaniKa, giustamente), massaggiare fino a completo assorbimento. Adatta a un uso quotidiano, esclusivamente per uso esterno.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Come dicevo, la crema si presenta morbida, lucida, bianca, non fa molta scia bianca: si assorbe super velocemente liquefacendosi pian piano, ma lasciando uno strato abbastanza uniforme e protettivo.

Beh, ecco, l’unico problema è che è una crema leggerissima! :'( Su di me non è assolutamente sufficiente durante l’inverno e non lo è stata nemmeno durante la primavera.

Secondo me è l’ideale su quelle pelli tendenti a lucidarsi, per restituire idratazione… per dirla in parole povere, secondo me va bene solo su quelle persone che si alzano la mattina e potrebbero tranquillamente uscire senza mettere creme.

No, mi spiace, io la boccio completamente. Come dicevo, ho una pelle abbastanza problematica di per sé. perché sensibile, soggetta alla formazione di ponfi doloranti quando viene a contatto con qualcosa che le sta antipatico. La mia pelle sensibile si arrossa quando viene sfiorata da un capello, le rughe d’espressione naso-labiali sono estremamente secche, tant’è che si screpolano, formano proprio bollicine e pellicine. Ecco. Questa crema per me è no.

 

Eppure pensavo che avendo un target un po’ più impegnativo (chi ha bisogno del lifting? Di certo non le ragazzine), fosse un pochino più avvolgente e protettiva. Niente da aggiungere.

L’ho usata pochissimo purtroppo, l’ha terminata mia sorella, ma comunque non la ricompreremo più, probabilmente a vantaggio di quella Nutriente con tappino verde. A questo punto credo che la più pesante di questa serie sia quella Nutriente. … Anche se ora ho aggiunto al mio carrello mentale l’ultima che manca delle quattro varianti, la Anti Age, e mi sono accorta dell’esistenza anche di una crema viso S-Revitalize a base di olio di argan, “formulata per donare alla pelle un aspetto tonico e vitale”, dice il foglietto informativo nel cartonato. Ha anche una confezione di cartone diversa, nera, caratteristico proprio della linea all’argan bio per pelli mature, appunto. Non sono sicura di averla già vista, ma credo costi qualche eurino in più. Ovviamente c’è da controllare che non siano siliconiche! [Quelle di cui ho parlato finora (e testato) non lo erano.]

 

Tutto normale quindi, la mia pelle è sempre difficile da trattare, le creme da supermercato sono sempre economiche ma leggere e io ancora non ho capito dove sbattere la testa per trovare un po’ di pace. Durante gli ultimi mesi ho usato con sempre minore soddisfazione gli sgoccioli del siero viso Mamy di MySezione Aurea, quando ancora si chiamava Sezione Aurea, perché quest’inverno la mia pelle era assetatissima; per un pochino ho usato anche l’olio secco prodigioso di Nuxe (in crociera <3) – che mi è piaciucchiato, devo solo capire quanto costa e se va bene anche in inverno; e ho provato anche l’olio di Argan per viso di Najtu, che profuma delicatamente di limone e non riesco a trovare mai su Amazon a un prezzo ragionevole. ANCHE SE, mi sa che farò davvero l’investimento sul Najtu e lo userò sia in estate che nel prossimo inverno.

… A proposito, che crema viso con spf mi consigliate per l’estate? E’ giunta l’ora di combattere l’invecchiamento (causato per lo più dal sole e dall’abbronzatura), e se non trovo nulla di decente credo cederò alle siliconiche con spf della Cien.

Vi ringrazio per aver letto il mio articolo confusionario, ricordatevi di farmi sapere sempre cosa ne pensate. Ricevo un sacco di visualizzazioni e messaggi privati su Instagram, ma commenti qui nemmeno l’ombra. Non capisco se c’è qualche problema di WordPress che rende poco intuitivo o rapido il rilascio di pensieri…

Ci rivediamo presto? Spero di sì!

Alla prossima!