Addolcilabbra di Alkemilla

A dicembre 2015 ho iniziato a collezionare Addolcilabbra dell’Alkemilla, i quali sono praticamente dei balsami labbra caratteristici per le loro fragranze potenti e divertenti, e per il loro potere idratante. Il prezzo è super accessibile e in questo articolo vorrei parlare delle varianti da me testate.

Come dicevo nell’intro, e come saprete già se seguite il blog, i primi Addolcilabbra son stati da me acquistati nel mese di dicembre 2015, nell’haul da BioEcoShop di cui vi avevo anche parlato in un articolo. La seconda manche è avvenuta in gennaio 2016, la terza in marzo, la quarta in maggio, ecc…

Quando io in prima persona ero alla ricerca delle review di questi stick labbra, non trovavo mai nessuna descrizione che fosse completa di tutte le informazioni che mi interessavano. Ho quindi deciso di procedere a farne una io, nella maniera più esaustiva possibile.

Foto rubata da un contenuto pubblico di Google Immagini

Iniziamo subito elencando tutte le profumazioni degli Addolcilabbra esistenti: Cannella, Cappuccino, Cioccolato Bianco, Cocco, Lime, Liquirizia, Mandorlatte, Menta, Nocciotella, Neutro, Torta di Mele, Vaniglia. Aggiornati almeno ai primi mesi del 2016.

Le varianti che io ho testato, acquistandole di tasca mia (quindi non sono state inviate in occasione di alcuna collaborazione) sono: Cannella, Cappuccino, Cioccolato Bianco, Cocco, Liquirizia, Mandorlatte, Torta di Mele. Ho avuto modo di recensire tutte le profumazioni perché nella Thymiama di Latina ho trovato fortunatamente tutti gli stick e tutti i tester. Ciò mi ha permesso, fortunatamente, di farmi un’idea su quello che NON dovevo acquistare. Dico “fortunatamente” perché alcune profumazioni che non ho comprato a scatola chiusa per paura che non mi piacessero si sono rivelate effettivamente nauseabonde. Praticamente le mie profumazioni preferite sono, poi, quelle che ho acquistato a intuito per me (Cannella, Cappuccino, Cioccolato Bianco, Torta di Mele).

 

Vorrei farvi ora due tipi di descrizioni: una di natura puramente olfattiva e un’altra di più ambito generale (consistenza, protezione…).

 

Parlando di profumazioni posso dire:

  • Di Cannella (con stick rosso), di cui pensavo l’odore fosse più speziato e pungente (e che quindi era destinato solo a pochi eletti), che invece la fragranza si è rivelata molto delicata e divertente – mi ricorda la primavera;
  • Di Cappuccino (con stick marrone), che si è rivelato esattamente per quello che è, cioè una fragranza forte, invernale, che facesse sembrare di aver appena bevuto un caffé – sono rimasta impressionata da quanto fosse piacevole, nonostante io non beva caffé;
  • Di Cioccolato Bianco (con stick marrone scuro) posso dire che non credo che “bianco” faccia molto la differenza, nel senso che più che cioccolato bianco l’avrei definito “ovetto Kinder” 😛 . Proprio così, usando questo stick sembra di avere spalmata sulle labbra la cioccolata dell’ovetto Kinder. La definirei una fragranza piuttosto autunnale molto dolciastra.
  • Di Cocco (con stick blu simil Labello) che come sapete è una fragranza che a me non piace, ve l’ho già detto più volte, ovviamente posso dire che è la tipica profumazione estiva al cocco che fa impazzire tutti i cocco-lovers! Il mio ragazzo e mia sorella, ad esempio, la adorano.
  • Di Lime (con stick verdino) che assolutamente lo sconsiglio! Volevo acquistarlo, ma per fortuna che non l’ho fatto: sembra un burrocacao alla citronella. Non saprei catalogarlo in alcun altro modo: per me è no.
  • Di Liquirizia (con stick nero) dico semplicemente che la riproduzione olfattiva è molto fedele alle classiche palline di liquirizia masticabili, pertanto quando lo annuso mi gira la testa (non amo la liquirizia: questo stick labbra era destinato a mia sorella, che invece la adora).
  • Di Mandorlatte (con stick azzurro) dico che è un odore molto forte e allo stesso tempo dolce, ricorda in pieno l’odore della mandorla, però, invece di essere delicato, quasi disgusta. Io l’ho acquistato perché volevo comprare qualcosa di nuovo, però alla mandorla preferisco sicuramente il balsamo labbra de I Provenzali.
  • Di Menta (con stick celeste) posso dire che è un odore di menta troppo forte, proprio come quella delle gomme. Al solito, menta fa parte della categoria di profumazioni mainstreem che io odio (cocco, liquirizia, menta), quindi forse ho subìto l’influenza della soggettività. Magari a voi piace. Non l’ho provato sulle labbra ma ho come la sensazione che dia l’idea di freddo e “”non idratante””.
  • Di Nocciotella (stick tipo marroncino) dico che credevo fosse migliore. È abbastanza “stomachevole“, come si dice dalle mie parti, nel senso che è un po’ troppo dolce e nauseabondo. Preferisco cento volte Cioccolato Bianco! È un odore caldo e autunnale.
  • Di Torta di Mele (con stick arancione), che profuma esattamente come le torte di mele preparate in casa dalle nonne, con un odore che non è troppo dolce, bensì abbraccia anche qualche nota speziata e autunnale.
  • Di Vaniglia (stick rosa chiaro) dico che è un altro che solleticava la mia curiosità, invece si è rivelato troppo dolce e disgustoso. Ha un odore pungente di vaniglia, per l’appunto, che ho paura faccia venire mal di testa (io e le mie fisse).

Nel caso in cui aveste paura delle profumazioni troppo indiscrete, potreste sempre scegliere, a parità di inci, la variante “neutro” in stick rosa, che appunto non presenta fragranze.


 

Invece, a proposito di altri valori, come consistenza, livello di coprenza, sensazione di idratazione e, soprattutto, colorazione, vi svelo tutti i segreti.image

  • Innanzitutto, contrariamente a come tutti credevamo, a giudicare dalle colorazioni dei cappucci degli stick, questi balsami NON sono colorati, anzi, sono praticamente tutti bianchi/trasparenti, e non lasciano assolutamente le labbra colorate.
  • Consistenza: all’inizio, devo dire, risultano un po’ duri, freddi. Già alla terza passata sulle labbra, invece, possiamo notare che il prodotto si scioglie, per ammorbidirsi definitivamente. Un po’ come se all’inizio fossero timidi e subito dopo averci conosciuti si liberassero aprendoci il loro cuore.
  • Coprenza: avete presente quando in passato dicevo che scartavo i balsami labbra generalmente perché non mi facevano sentire la pelle incerata dopo averli passati? Ecco, questi sono tutto il contrario: non lasciano scia bianca nè strati di prodotto evidente come quando usavamo il Labello (D:), però coprono esattamente tutti i micron di pelle che attraversano, lasciando la pelle delle labbra protetta dagli agenti atmosferici e cullata dal tepore e dalla dolcezza del balsamo. Se applichiamo l’Addolcilabbra prima di dormire, al mattino lo ritroviamo ancora quasi integro.
  • Idratazione: sì, c’è! Quando dicevo sopra che gli Addolcilabbra proteggono la pelle delle labbra, intendevo che la ricoprono, la nutrono, la idratano, e dopo diverse ore, se sono stati assorbiti del tutto, la pelle non tira, non si secca!
  • wp-1459249203301.jpgINCI: ovviamente è ecobiologico! Ruota attorno a ingredienti base (olio di ricino, burro di cacao) come questi qui sotto, cui si associano una quantità e qualità di aroma differenti.

RICINUS COMMUNIS (CASTOR) SEED OIL (*), CETYL RICINOLEATE, CANDELILLA CERA, COPERNICIA CERIFERA CERA [COPERNICIA CERIFERA (CARNAUBA) WAX], HYDROGENATED VEGETABLE OIL, ISOAMYL LAURATE, THEOBROMA CACAO (COCOA) SEED BUTTER (*), HELIANTHUS ANNUUS (SUNFLOWER) SEED OIL (*), CORYLUS AVELLANA (HAZEL) SEED OIL (*).


Se proprio volessi sforzarmi di trovare dei lati negativi sicuramente elencherei questi due – di cui uno che non è proprio strettamente correlato al prodotto… :image

  1. Il nastrino con cui vengono sigillati gli stick, che riporta la scritta “Addolcilabbra Alkemilla”, ha una colla che rimane molto appiccicosa anche dopo averlo rimosso. Vedi foto a fianco.
  2. Alcuni balsamini rimangono granulosi anche dopo molto tempo dall’uso, lasciando quindi i pallini di burrocacao quando vengono distribuiti sulla pelle delle labbra. Non si “allisciano”.

Ma cosa saranno mai questi due aspetti negativi su una rosa di aspetti positivi??


 

Generalmente sono felice di tutti tutti tutti gli Addolcilabbra che ho provato, perché nonostante le profumazioni tocchino tutte le note (speziato, fresco, dolce, ecc), lasciando soddisfatti tutti i palati, l’effetto è sempre lo stesso, ad un prezzo accessibilissimo di 2,90€ (addirittura in bioprofumeria a gennaio li ho trovati a 2,70€ e in un altro punto vendita a 3,50) per 5ml circa di prodotto.

Il burrocacao dei sogni, il balsamo labbra ideale, protettivo, idratante, profumato. E l’odore si percepisce anche a distanza, quindi li chiamerei Addolcilabbra Acchiappabaci!

 

Spero di esser stata breve ma completa in questa mia descrizione, e spero vivamente di poter aiutare tutte quelle persone che erano nella mia stessa situazione quando stavo cercando informazioni in proposito agli indicatori che ho riportato sopra in elenco.

Credo di non aver concluso con le recensioni degli Addolcilabbra, anzi, probabilmente continuerò ad acquistarne (ovviamente dopo aver terminato i balsami labbra che possiedo già), in modo tale da completare la mia esperienza!

Grazie per la lettura! Fatemi sapere se anche voi siete stati impressionati da fragranze ed effetti di questi mitici Addolcilabbra, e se me ne consigliate qualcuno che ancora non ho testato o descritto.

Anch'io sono una persona salutista perché faccio le instamerende.

A post shared by Veronica Pezzola (@vesd94) on

A presto! Un bacione, in tema! 😀

Kawaii Box - The Cutest Subscription Box