Prodotti Cien Nature (reperibili al LIDL)

Dopo una serie di mesi di prova rispetto alla prima volta in cui sono stati messi in vendita al Lidl, la scorsa primavera (2015) finalmente vi propongo la mia collezione di prodotti Cien Nature, ovvero la prima linea – quasi totalmente – ecobio ufficiale del Lidl.

Buongiorno! Dopo un mese di studio, stress, “pausa”, la sottoscritta e il blog ritornano con una nuova serie di articoli!

AVVISO I gruppi Facebook I capelli sono lo specchio dell’anima. e La cura di sé è lo specchio dell’anima. sono stati rubati da alcuni lamer (tipo hacker…) e hanno bannato noi admin. TUTELATE LA VOSTRA PRIVACY E SE SIETE MEMBRI USCITE ed evitate di leggere tutte le carognate che hanno scritto.

lidlTorniamo a noi. Non ricordo con precisione in che mese furono messi in vendita per la prima volta al Lidl questi prodotti marcati Cien (credo metà maggio), ricordo solo che ho dovuto chiedere ai commessi di metterli da parte per quel famigerato lunedì, visto che (come avevo immaginato) a mezzogiorno gli scaffali erano già stati svaligiati. Comunque credo sia utile parlarvene, soprattutto perché HO SAPUTO CHE i Lidl stanno rifornendo i negozi riproponendo questa COME LINEA FISSA!

I prodotti della linea in realtà non erano tantissimi, però abbracciavano un po’ tutte le esigenze: erano presenti crema viso giorno e notte alla rosa o al melograno, contorno occhi al melograno, la crema mani, la crema rinfrescante per le gambe e altre cose che non ho acquistato perché evidentemente non mi servivano. Vi presento qui la mia collezione e ve ne parlo, soprattutto perché all’epoca, siccome ero tra le poche ad essermi accaparrata così tanti prodotti tutti insieme, mi venne chiesto almeno di recensirli. 🙂

 

I prodotti di questa linea non sono completamente bio, ovvero con ingredienti 100% provenienti da agricoltura biologica, però sicuramente sono eco e soprattutto animal friendly. imageMi preme infatti di farvi notare il certificato particolare, non molto conosciuto a livello visivo perché poco frequentemente apposto sui prodotti che troviamo tutti i giorni sugli scaffali del supermercato. Il certificato è NATRUE (attenzione, non “nature“, come anch’io avevo letto erroneamente all’inizio). Natrue.Org è un’associazione no profit che certifica chiaramente prodotti di provenienza organica, che non hanno previsto lo sfruttamento animale nella fase dei test; sono tutti adatti alla filosofia vegan.

Siccome ho scaricato un documento che parla degli ingredienti approvati, vorrei specificarvi che la Natrue approva diversi tipi di sostanze, completamente in linea con la mia personale filosofia.

  • Le sostanze natural-identiche possono essere usate soltanto quando non è possibile ottenerle
    dalla natura, attraverso opportuni processi tecnici.”.
  • “Le sostanze natural-simili hanno una giustificazione soltanto quando la loro funzione non può
    essere svolta usando sostanze naturali. Ingredienti natural-simili sono sempre ottenuti da
    sostanze naturali. L’olio minerale, tuttavia non è ammesso come ingrediente [per chi non lo sapesse parliamo di petrolati, ndr.]. Per la loro
    produzione si dovrebbero impiegare soltanto processi che riproducono meccanismi fisiologici
    (per esempio la formazione di gliceridi nella digestione dei grassi). Il numero dei passaggi
    chimici necessari alla trasformazione dovrebbe essere il più basso possibile.”.

In più vi riporto il punto D del documento (ho gli occhi a cuoricino <3 ).

Requisiti delle confezioni e dei materiali di confezionamento:
1. Per quanto possibile le confezioni devono essere ridotte al minimo.
2. Se fattibile, i prodotti dovrebbero essere concepiti per un uso multiplo (ad eccezione dei
campioni).
3. Per quanto tecnicamente fattibile e disponibile, vanno usati materiali di confezionamento
riciclabili, possibilmente da materiali rinnovabili.

… E voi sapete che io odio le confezioni di cartone intorno ai prodotti cosmetici. La massima di Natrue è Believe in the truth of nature and in the nature of truth!, cioè Credi nella verità della natura e nella natura della verità, che mi sa tanto di “guardatevi intorno e vi accorgerete di quanta robaccia vi spalmate addosso”. Nel loro sito c’è addirittura la lista degli ingredienti da loro approvati! Adoro questa nuova certificazione!


 

Ed eccoli qua, i bellissimi e profumatissimi prodottini certificati della Cien, che secondo me ha fatto un ottimo affare nel rivenderli.

Vi rivelo un segreto: ho preparato questo articolo qualche mese fa programmandone la pubblicazione per metà aprile, e avevo scritto questa frase: “Spero che la Lidl riceva il mio SUGGERIMENTO di TRASFORMARE LA CIEN NATURE IN UNA LINEA FISSA. 😉 😉 ;-)”. Diciamo che il mio desiderio è stato esaudito!

image

  • Innanzitutto vorrei parlare del prodotto più “semplice” nell’uso e nella recensione, ovvero la crema mani alla calendula. Il profumo è floreale, molto dolce ma delicato; la crema è leggerissima, per niente grassa, anzi. La consistenza è molto liscia, morbida, fresca; si spalma e assorbe non proprio velocemente, infatti ha una consistenza densa che allo sfregamento diventa quasi liquida. Io però accetto le creme che si spalmano lentamente perché mi fanno sentire concretamente protetta a lungo. Sicuramente è ottima per questo periodo in cui ancora non fa freddo freddo. Per l’invernata, comunque, bisogna preferire una crema molto più pesante.
  • Crema giorno alla rosa selvatica. Siccome nei volantini l’inci non era presente, mi sono buttata nella scelta tra la crema giorno alla rosa o al melograno. Ho scelto alla fine la rosa perché secondo la descrizione del volantino era più adatta alle pelli giovani. Un suggerimento non molto affidabile, lo ammetto, però non avevo altre informazioni cui appigliarmi, visto che su Biotiful i prodotti ancora non erano stati analizzati, perché era in assoluto la prima volta che uscivano sul mercato. Anche questa crema è molto leggera, anche se quando fa caldo mi fa trasudare la zona baffetti 😛 . Il profumo è di rosa, sì, ma molto diverso rispetto all’odore dell’acqua di rose: è un odore che non permane a lungo, dolciastro ma piacevole. Sicuramente consigliata alle ragazze con la pelle grassa. Io ho utilizzato questa cremina durante tutta l’estate e l’ho molto apprezzata, però purtroppo ho una pelle relativamente secca rispetto a questa tipologia di creme, quindi sicuramente per l’inverno non sarà sufficiente (per me).image
  • Gel rinfrescante per gambe e piedi. Questo è il prodotto della linea preferito da mia mamma, che lavora per lo più in piedi nella piccola azienda di famiglia, e quindi spesso torna a casa con le caviglie arrossate e le gambe stanche. Anch’io ho provato questo gel al rientro da qualche serata estiva o al ritorno da Mirabilandia: devo dire che la sensazione di sollievo c’è, anche se è minima e non duratura. Una volta avevo una crema al mentolo molto più potente, però siccome credo che questo genere di cremine sia molto difficile da trovare, consiglio di acquistare l’Ice Gel al Lidl quando vi capita, perché è sempre meglio averne quando serve.
  • Contorno occhi al melograno. Forse il contorno occhi più utile che ho mai avuto finora. E non ho una gran bella collezione di contorno occhi, anzi, ne ho solo due. E l’altro non è nemmeno ‘sta gran efficacia: è il contorno occhi fisso in esposizione della Cien di cui vi parlavo nella mia spesa preferita di Lidl (articolo che necessita assolutamente un aggiornamento; non lo faccio solo perché ho iniziato ad usare altri prodotti e quelli del Lidl quasi non li uso più…). Dicevo che questo contorno occhi è molto leggero, abbastanza buono per pelli giovani che non hanno grosse problematiche, però abbastanza untuoso da idratare il contorno occhi, le palpebre e anche i lati del naso. Sì, io uso il contorno occhi anche sulla piega delle narici perché sono spesso con l’allergia, quindi ho sempre le narici screpolate: questo contorno occhi va in aggiunta alla crema viso normale, riesce a lenire minimamente l’irritazione.
  • Siamo arrivati alla fine: l’olio anti cellulite alla betulla. Non sono stata molto costante nell’applicazione. Infatti i risultati non sono stati né evidenti né soddisfacenti, cosa che ormai penso di tutti i prodotti non medicinali anti cellulite. Per far sparire davvero la cellulite c’è bisogno di tanto movimento, altroché. L’anno in cui avevo il sedere perfetto facevo migliaia di squat ogni giorno. Per quanto riguarda l’olio invece posso dire che è un olio non untuoso, che si spalma e si assorbe facilmente. Non fa attaccare i vestiti alla pelle dopo l’uso, e comunque consiglio di seguire queste cure prima di dormire, con indosso il pigiama. Il profumo non è gradevolissimo, anche se sa di piante, e immagino quello sia l’odore della betulla. Ad ogni modo non mi importa del profumo, perché non devo usare questo prodotto sul viso. Una cosa che secondo me è importante sottolineare è che con Biotiful questo prodotto è valutato con una sola fogliolina su cinque semplicemente perché la betulla è fortemente allergizzante, per questo, se ci fate caso, è segnata addirittura col teschio nero. PERO’, come voi sapete già, la Betulla fa parte del regno vegetale, quindi non vi ammazzerà e tanto meno vi farà male, a meno che non abbiate già un’allergia conclamata alla betulla. Quindi tranquilli e spensierati: potete usare questo prodotto con la stessa sicurezza con cui userete gli altri (SEMPRE CHE non siate allergici).

Ecco qua la mia review: spero di poterla integrare con un aggiornamento QUANDO E SE deciderò di rifornirmi. Nel frattempo vorrei questa guida fosse usata come riferimento positivo per chi cercherà, la prossima volta, pareri su questi prodotti su internet prima di acquistarli.

Vi auguro buon proseguimento di giornata,

E vi ringrazio per essere passati a farmi visita!

Lasciatemi un commentino 🙂

 

Kawaii Box - The Cutest Subscription Box