Andare al bagno fuori casa con P-Mate

Tasto dolente, e anche imbarazzante. Però noi ragazze siamo così, dolcemente complicate e purtroppo ci tocca inventarcene di tutti i colori. Leggete, leggete ché è interessante.

Scrivo questo articolo più per solidarietà che per informazione. Voi uomini state sempre là a lamentarvi di tutto e noi donne invece siamo supereroine. Ché voi nemmeno ve lo immaginate cosa ci tocca fare quando non ci avete sott’occhio.

Qualche mese fa ho affrontato un viaggio con la mia famiglia in macchina, tot ore ad andare, tot a tornare, più tot Autogrill, tot bagni pubblici e chi più ne ha più ne metta.

Siccome le nostre mamme ci hanno insegnato, da bambine, che non va bene sedersi sulle tavolette dei bagni pubblici perché ci sono i microbi, noi siamo venute su con la fobia della tavoletta, e quindi fino a che non abbiamo imparato a farla in posizione da squat, abbiamo sempre riempito la base del water di carta, la quale puntualmente rimaneva attaccata alle gambe mentre ci sedevamo, lasciando scoperta la gelida ceramica. E magari succedeva tutto questo mentre reggevamo con la mano col mignoletto alzato la maniglia della porta con la serratura rotta.

Ok, qualche anno dopo le gambe sono diventate più lunghe, abbiamo iniziato ad avere certe necessità e abbiamo dovuto imparare a farla in posizione da squat. E lo squat è doloroso, ma non sarà mai tanto doloroso quanto stare in quella posizione in un bagno pubblico. Con la borsa appesa alla maniglia della porta a coprire il buco della serratura e i muscoli delle cosce che ti bruciano da morire…

Qualcuno è venuto in nostro soccorso. Qualcuno che evidentemente è una qualcuna, perché figurati se per un uomo queste sono davvero cose importanti. Ebbene, questa qualcuna ha inventato prima i cerchi di carta che si posizionano sulla tavoletta in sostituzione a mille fazzoletti. Poi ha inventato i coni per fare la pipì in piedi.
Yeeee!!

Finalmente arriviamo al centro dell’articolo: il CONO PER LA MINZIONE FEMMINILE <3

Questo è quello che è arrivato a me.

Qui vi parlavo del modo migliore di asciugare i capelli secondo me

Il P-Mate è un imbuto di cartoncino rigido idrorepellente che permette alle donne, ma anche alle bambine, di fare la pipì in piedi o comunque di farla senza poggiarsi sui bordi del water. So benissimo che molti di voi, sia maschi che femmine, leggerete questo articolo con un certo senso di disgusto… ma io vi rispondo “perché mai?”.
Ci sono donne che non possono sedersi per problemi fisici o motori, o perché hanno subìto un’operazione o perché magari hanno un bimbo nel pancione che freme dal desiderio di uscire e la posizione da squat nei bagni pubblici non è proprio comoda comoda. E comunque questo dispositivo può essere usato anche a casa, non solo nei bagni pubblici. Può essere usato in caso di picnick all’aperto, dove, come sappiamo, i gabinetti sono pressoché assenti, oppure se siete in viaggio, non ci sono Autogrill che permettono la sosta perché magari siete in una stradina di campagna… e volete mettere la bellezza di far la pipì in piedi davanti a un bel panorama in compagnia del vostro ragazzo? Sicuramente è un’esperienza che una donna dovrebbe fare almeno una volta nella vita.

 

Il P-Mate è stato inventato da una donna olandese per far fronte alla necessità di centinaia di tipologie di donne. E’ nato come concetto di cono per la minzione ed è stato traslato in strumento usa e getta pieghevole in cartoncino. Usa e getta perché esistono anche i coni per la minzione femminile in stazione eretta in plastica, ma risultano un po’ problematici da ripulire e rimettere in borsetta nei gabinetti privi di lavello privato. Pieghevole perché quelli in plastica hanno consistenza medio rigida e quindi rappresentano un ingombro nelle borsette.

Quindi, ricapitoliamo. Questo P-Mate non è realmente un cono geometrico: la forma è un po’ squadrata, poiché lo troviamo ripiegato in un astuccio per occupare meno spazio possibile nelle nostre borse/nei nostri zaini. Si sfila dall’astuccio, si apre seguendo le linee guida. Si posiziona nella zona, con la superficie superiore perpendicolare all’osso pubico e la superficie inferiore al di sotto della vulva. Viene tenuto saldo da una mano: il pollice tiene fisso il cartoncino in alto, vicino al pube, e l’indice assicura l’imbuto al di sotto del getto, per evitare che questo fuoriesca. La posizione ottimale del corpo per far la pipì come un ragazzo si assume spostando il peso del corpo in avanti. Una volta terminato, aspettiamo qualche secondo per le goccioline ritardatarie, con fazzoletto alla mano ci asciughiamo come di consueto e gettiamo il cono nel cestino (non nel water). E usciamo. Nulla di così difficile, no?

E invece all’inizio è un po’ strano. Non abbiamo mai fatto una cosa del genere prima, quindi è difficile farla come i maschietti. Dobbiamo stare attente a mille aspetti, avere mille occhi. Innanzitutto l’ideale sarebbe prenderci confidenza a casa, e come si fa, se i P-Mate dell’astuccio sono limitati? Io ho acquistato, tanti mesi fa, un dispositivo per la minzione femminile economico, da ebay.com, rigido, non pieghevole, quindi difficilmente riponibile in borsetta. Ci ho preso un po’ la mano sotto la doccia, o comunque a casa. Nonostante ciò, nel bagno pubblico, il terrore di farsela sui vestiti c’è sempre, almeno fino a che non diventiamo esperte.P-Mate logo_PMS_diap-nl

Una cosa cui fare assolutamente attenzione è di far scorrere il getto lentamente, perché si rischia di riempire l’imbuto prima del tempo e di far risalire il liquido oltre il cartoncino. Quindi l’importante è fare tutto con calma, immobili, senza il terrore che quello strumento morda. Sicuramente non morde.


 

Nel pacchetto che io ho ricevuto, erano presenti 10 P-Mate in cartoncino idrorepellente usa e getta bianchi, classici. Possono essere acquistati sia in farmacia che su internet a questo link, e i prezzi variano in base al contenuto di ogni astuccio.

Un astuccio da 5 P-Mate costa 6€, quello da 10 P-Mate costa 9€ (solo 3€ in più). Il sito accetta PayPal e la spedizione avviene tramite posta prioritaria o raccomandata. La spedizione è gratuita oltre i 20€, altrimenti costa €4,70 [Io li ho ricevuti gratuitamente per poterli testare e recensire].

L’acquisto è pratico ed intuitivo: il sito vi riporta subito alla schermata di pagamento, dopodiché l’astuccio arriva in pochi giorni a casa vostra col postino.

 


  • Ma passiamo finalmente alla mia personale opinione.

image

Secondo me, questo dispositivo rivoluzionerà la vita di moltissime donne, che possano essere donne mature o ancora bambine. Io l’ho usato quando ne ho avuta la necessità durante e dopo il viaggio che ho fatto a settembre, e ho trovato il cono utilissimo: andare in bagno e portare a termine l’operazione si trasforma in un’azione brevissima. Non ti devi sedere e non devi stare attenta alla tazza cattiva, quindi fai la pipì e nemmeno te ne accorgi. L’unica pecca è che devi prenderci la mano, devi avere confidenza con il tuo corpo altrimenti posizioni male il dispositivo (prendere confidenza col cono per la minzione femminile impiega circa il tempo di uno o due usi). Invece l’unica accortezza che devi avere è di cacciare un fazzolettino dalla borsa e infilarlo nella tasca del pantalone prima di procedere con la minzione, altrimenti poi ti ritrovi a sgocciolare e non hai abbastanza mani per ravanare in borsa alla ricerca del pacchetto di fazzoletti senza staccare il P-Mate dal pube.

Una cosa che ho trovato molto divertente è il fatto che di solito i bagni pubblici hanno le porte che si interrompono a circa 20-30cm da terra, per permetterti di capire quale gabinetto è occupato. Quando entri osservi tutti i piedi delle signorine orientati verso l’esterno della cabina, invece tu col P-Mate sei girata verso lo scarico del water. Una volta è successo che, quando sono uscita dal bagno per usufruire del lavello comune, una ragazza che già stava lavando le mani è rimasta a fissarmi i piedi a lungo, lanciandomi brevi occhiate furtive dallo specchio. Magari si stava domandando se fossi un ragazzo in incognito???

 

 

Ragazze, donne, mamme. Io vi consiglio questo dispositivo igienico a gran voce, perché voi mamme potrete stare sicure che le vostre bambine educate non prenderanno strane infezioni nei bagni delle scuole; voi donne mature potete evitare di assumere posizioni da contorsioniste quando non potrete permettervelo; voi ragazze potrete far la pipì ovunque, nascoste dietro a un cespuglio senza paura di farvela sui piedi, ma anche nel bagno lercio di un pub super frequentato.

Spero di avervi aperto un mondo, per l’ennesima volta. 🙂
Ringrazio tanto La Valigia Rossa per la fiducia riposta nel mio blog,
E vi saluto, sperando di rincontrarvi nel prossimo articolo!
Ciao, grazie!!

Kawaii Box - The Cutest Subscription Box