La migliore ricetta per l’henné neutro

Tra novembre e dicembre una serie di ragazze mi hanno chiesto consiglio per la preparazione dell’henné neutro 🙂 Adesso vi riporto la ricetta che userei io (e che probabilmente userò quando convincerò -leggasi costringerò- mia sorella a provarlo)!

_20141030_090304Sicuramente userei la miscela con cassia e il liquido che uso di solito per il risciacquo acido lucidante di cui vi avevo già parlato pochi mesi fa 🙂 Quindi scriviamo gli ingredienti che ci occorrono per la preparazione:

Qui vi parlavo dei benefici di tutti i tipi di henné 🙂

  • 100gr di cassia
  • mezzo litro d’acqua da mettere subito a bollire
  • 2 bustine di camomilla
  • 2 cucchiai abbondanti di miele
  • 2 cucchiai di succo di limonePhotoGrid_1414655970271
  • poco meno di un cucchiaino di rosmarino
  • poco meno di un cucchiaino di salvia
  • eventualmente una bustina di zafferano
  • eventualmente un cucchiaio di curcuma
  • un cucchiaino di polvere di neem
  • un cucchiaino di shikakai/ghassoul (non insieme)

Lo lascerei ossidare, tanto per dare anche dei riflessi, per un effetto che sia anche visivo oltre rispecchiare i benefìci, che sono quasi sempre soggettivi, soprattutto quando si affrontano questi super impacchi per la prima volta.


 

Prepariamo sul tavolo cucchiaio, cucchiaino, cucchiarella di legno, insalatiera di plastica – o altro materiale non metallico. Quando l’acqua sul fornello inizia a far risalire le prime bollicine millimetriche possiamo iniziare a sciogliere i due cucchiai di miele, versiamo i due cucchiai di limone, rosmarino e salvia. Aspettiamo che invece risalgano le bolle più grandi di dimensioni per spegnere il fornello e lasciare in infusione le due bustine di camomilla.

capelli ginevraNel frattempo, prima o dopo (è uguale) versiamo nell’insalatiera i 100grammi di cassia, il cucchiaino di neem, che è un lenitivo per la cute, antimicotico, antiparassitario, anti forfora, ri equilibra la situazione in maniera generale; aggiungiamo anche il cucchiaino di shikakai o ghassoul. Meglio non metterli insieme perché sono due polveri lavanti, e ho paura che usandoli insieme si corra il rischio di andare a sgrassare troppo, e quindi i due cucchiaini di miele usati come idratanti e condizionanti sarebbero troppo pochi. Aggiungiamo il cucchiaio di curcuma (MASSIMO 1 cucchiaio, altrimenti rischiamo di esagerare). La curcuma riesce a colorare di giallo Simpson, e poi siccome è una spezia con un aroma molto forte, riesce a fungere come il peperoncino, facendo aumentare l’afflusso di sangue alla cute: questo processo aiuta la crescita dei capelli 🙂 . Possiamo anche aggiungere una bustina di zafferano, eventualmente, per accentuare il riflesso biondo, ma non è indispensabile. Ora osservate quanti bellissimi colori avete all’interno dell’insalatiera e divertitevi e girarli in maniera omogenea col cucchiaio di legno.

A questo punto viene la fase più complicata, se non divertente 😀 … Praticamente dobbiamo filtrare col passino la miscela liquida dai rametti di salvia e rosmarino, versandola poco a poco sulle polveri nell’insalatiera, però NON TUTTA INSIEME: dobbiamo versarla poco alla volta perché dovrebbe avanzare! L’insieme di polveri verrebbe troppo liquido se versassimo tutto il mezzolitro d’acqua. Appunto, versiamo un po’ di liquido, mescoliamo, se ne serve altro aggiungiamo un altro po’, mescoliamo, se ne serve altro ne aggiungiamo un altro po’. Ad un certo punto il composto nell’insalatiera dovrebbe raggiungere una consistenza come quella dello yogurt o della cioccolata 😛 , quindi né troppo liquido né troppo denso.

Il trucco per capire se la consistenza è quella giusta è quando, mescolando l’henné, si intravede l’insalatiera al di sotto.

Ora copriamo con la pellicola per gli alimenti come abbiamo fatto anche per l’henné rosso, e lasciamo ossidare una decina di ore. Applichiamo e teniamo in testa per almeno due ore.

[Non vale la pena di tenere un composto così idratante, riequilibrante per poco tempo sulla testa. Ne avevamo spiegato i motivi anche nel post precedente, sul perché i capelli non assorbono i trattamenti.]IMG_20140620_153355

 

Poi si lavano via tutte le polveri con acqua calda e si usa il classico balsamo per districare. Procediamo come nelle ultime fasi di un normale shampoo o cowash, facciamo un risciacquo acido con semplice acqua e aceto che serve per fissare tutti i benefìci sui capelli e andiamo ad asciugare 😀

Ecco fatto, dovremmo ritrovare dei capelli districati, luminosi, idratati e rimpolpati!

Spero di avervi aiutate, e sappiate che se non avete qualche ingrediente potete ometterlo per ottenere comunque un ottimo impacco idratante !

Buon henné!

P. S. Vi ricordo della nascita della pagina FB relativa a questo blog! Potete cliccare mi piace cliccando qui oppure scorrendo in basso fino a raggiungere il widget relativo a pie’ di pagina!

Fai conoscere la tua opinione!