Le migliori App per controllare gli inci

“Nessuno nasce imparato” dicono le nostre nonne, ed effettivamente nessuno conosce per intero il biodizionariobiotiful, soprattutto ora che abbiamo appena iniziato a dare una minima letta alla lista di ingredienti sul retro dei flaconi. Vorremmo sapere quali sono gli ingredienti buoni e quali quelli cattivi, poi ci sono tutti quegli -um, o quei numeretti. Cosa significano? In nostro soccorso, per ogni smartphone voi abbiate, le migliori app per controllare rapidamente cosa contengono i nostri prodotti.

Screenshot_2014-06-11-19-28-11Partiamo subito col meglio del meglio. Biotiful. Come ho fatto anche per WomanLog, la descrivo in ordine cronologico come se l’avessi appena scaricata. Cerco Biotiful con la lente d’ingrandimento, accetto le condizioni del download… L’app è stata installata sul mio telefono (iPhone/Android). Mentre riflettiamo su un certo Rodriguez, programmatore di quest’app, la apriamo.

“Benvenuti su Biotiful”, bla bla bla (leggete cosa dice!!! Ci sono informazioni importanti su come effettuare la ricerca, quanti numeri ha un codice a barre, cosa significano le foglioline che vedremo su ogni inci, la legenda e, soprattutto, che viene segnato sempre prima l’ingrediente in quantità maggiore, andando a scendere.)

Giunti alla schermata principale dell’applicazione, sicuramente attirerà la vostra attenzione la barra di ricerca bianca. Prima di cercare per nome tutti i prodotti che avete nel vostro bagno, guardate i pulsanti in alto: Cerca, Scanner, Preferiti.

In ordine di non-importanza:

  1. Tasto Preferiti. avete un massimo di tre prodotti preferiti. Li aggiungerete facilmente dalla schermata di valutazione di ogni singolo prodotto.
  2. _20140611_202212Tasto Cerca. Come potete ben immaginare (visto che è il tasto “home” praticamente), in questa sezione potete inserire la marca col nome del vostro prodotto. Esempio: Cerca… UltraDolce. Cerca…  UltraDolce cocco. (Se il prodotto non esiste lo potete facilmente aggiungere, compilando da voi la scheda dati del prodotto – curatevi di conoscere il prezzo e la capacità del flacone originale. Una volta salvato, tornate a cercarlo con la barra di ricerca). Cliccate sul vostro prodotto ed ecco qua, facile facile.
  3. _20140611_202242Ultimo pulsante: Scanner. La cosa piu f**a del mondo: potete O copiare il codice a barre del vostro prodotto, O cliccare il tasto Biolettore. Attenzione al flash e al volume alto :P… Ecco qua la fotocamera per inquadrare il codice a barre del vostro prodotto!!! Questa funzione è utilissima quando siete nel supermercato e non potete andare a cercarvi rapidamente una valutazione online sul prodotto. Basta mettere a fuoco (magari togliendo il flash dall’icona in alto a centro). Appena l’applicazione riuscirà a percepire il codice, emetterà il classico bip che sentite quando la commessa passa gli acquisti sul bancone della cassa… per questo vi consiglio di abbassare il volume prima di aprire l’app: eviterete gli sguardi sospettosi di commessi e clienti che penseranno che volete tipo manomettere l’articolo o copiarne la formula 😀 . Vi comparirà la lista con il prodotto relativo a quel codice, vi cliccate ed ecco a voi la valutazione.Screenshot_2014-06-11-19-39-36

Giunti a questo punto, parliamo della schermata singola per ogni articolo. La foto purtroppo non è sempre presente. Avete davanti a voi marca e nome del prodotto, il prezzo, la quantità di prodotto all’interno del flacone originale e, di solito, il codice a barre corrispondente. Ecco le famose cinque foglioline verdi. Com’è facilmente intuibile, più foglioline sono colorate e più il prodotto è ecobio, no? Però non disperate se il vostro prodotto ha “solo” tre foglioline: sicuramente è il miglior prodotto all’interno del vostro supermercato! E’ raro che troviate tutte e cinque le foglioline colorate. Ovviamente controllate gli ingredienti sotto se vedete che la fogliolina colorata è solo una (se trovate teschi qua e là abbandonate il prodotto sullo scaffale, o lanciatelo in testa a chi vi sta antipatico).

In basso è presente la lista in ordine decrescente dei componenti. A meno che il vostro prodotto non sia una saponetta, o un olio, il primo ingrediente dovrebbe essere l’AQUA, acqua, solvente universale.

_20140611_202101Come avrete visto all’inizio, ogni ingrediente verde con la foglia bianca disegnata è eccezionale; ogni pallino verde è comunque ottimo; il pallino rosso indica che è preferibile che quel componente non ci sia, il pallino colla “capa di morto” significa che è meglio che quel prodotto lo ricicliate per lavare la macchina 😀 . Il pallino giallo è neutro, dipende se lo trovate vicino ai rossi o vicino ai verdi, poi decidete voi._20140611_202126

 

 

Con questa app avete la possibilità di premere su ogni ingrediente per avere la possibilità di sapere di più sulla sua funzione all’interno della formulazione.

 

 


Ora io vi dico che NON dovete sempre basarvi solo su un inci completamente verde, perché ogni ingrediente ecobio è buono solo se accostato ad altri ingredienti “complementari”. Vi riporto l’esempio della crema corpo della Cien all’olio di mandorle che apparentemente ha un inci particolarmente buono, invece è presente l’isopropyl palmitate (verde) troppo in alto, facendola risultare una crema comedogenISSIMA.


Ciao lama!😹

A post shared by Veronica Pezzola (@vesd94) on

Avete la possibilità di scaricare, se preferite, altre applicazioni, in cui però potete valutare il vostro prodotto inserendo MANUALMENTE ogni singolo ingrediente. Io ve le elenco senza descriverle, perchè sono dirette e semplici semplici. Credo anche che voi possiate trovarne sia su App Store che su Play Store. Le app sono:

  • Inci OK,
  • E’ verde?,
  • e, per Windows Phone (voi siete un po’ sfigatelli) INCI CAPS.

 

Dopo avervi spiegato bene bene cosa aspettarvi e cosa cercare, spero vi divertiate a valutare tutti i possibili codici a barre presenti in casa vostra (ho già provato: funziona solo coi prodotti cosmetici per la cura della persona :p).

Buon divertimento, e buona giornata!

50cm di capelli il 15 novembre

A post shared by Veronica Pezzola (@vesd94) on