Una colazione sana, energizzante e rapida da preparare

Tutti commossi da questo ritorno improvviso? In realtà non penso di tornare costante come ai vecchi tempi. Oggi mi va di condividere con voi la colazione che sto facendo da qualche mese perché è davvero semplice ma ha tanti effetti positivi sulla vita di tutti i giorni.

Buongiorno!

Come dicevo, oggi voglio mostrarvi la mia colazione di tutti i giorni.

Qualche tempo fa, per motivi che non sto qui a spiegare, ho iniziato a cercare un modo per sostituire tutti gli zuccheri delle merendine che sicuramente bene non fanno, anche per ridurre un po’ la dose di carboidrati e grassi “inutili” che inevitabilmente stavo assumendo ogni giorno, non sapendo davvero come rimediare al continuo senso di fame che la noia mi portava ad avere.

In poche parole, mi è stata suggerita questa idea di colazione con ingredienti facilmente reperibili e di facile (e rapida) preparazione, che in realtà è molto conosciuta all’estero (o dai guru del fitness) ma parecchio evitata in Italia, cosa di cui non capisco il motivo. Cioè, a saperlo prima…

Insomma, si tratta di una delle varianti del porridge, la cosiddetta zuppa d’avena, che è la colazione “dolce” più famosa in Inghilterra, credo. Dico variante perché il porridge è una zuppa d’avena che si prepara con pentolino, stoviglie varie, tempo perso ecc ecc.

La mia necessità era quella di ritrovarmi appena sveglia con una colazione veloce, sia da preparare che da mangiare (ecco perché merendina e bicchiere di succo di frutta erano l’ideale), in modo tale da far seguire una preparazione per uscire altrettanto rapida. Io solitamente mi sveglio almeno un’ora e mezza prima di uscire perché ho necessità di stare nel bagno tutto il tempo che mi occorre con TUTTA CALMA, quindi iniziare ad armeggiare con fornelli, pentolini e piatti da lavare assolutamente non faceva per me. Allora mi hanno suggerito la variante detta “overnight oatmeals”, che altro non è che un porridge che si prepara la sera prima e si conserva in frigo per essere consumato al mattino.

Vi ho svelato finalmente di cosa si tratta, ma non vi ho detto come mai è “sana, energizzante e facile e veloce da preparare”, come anticipavo nel titolo.

Siccome vi spiegherò al meglio i miei ingredienti e il mio procedimento “personalizzati” nel video che segue, vi do in maniera approssimativa qualche informazione riguardo i vantaggi di questi ingredienti.

L’avena è un cereale, ma è il cereale più facilmente digeribile e più ricco di proteine di tutta la gamma di cereali esistenti. E’ ottima anche per chi ha il colon irritabile (io), per chi ha attacchi di fame improvvisi prima del pranzo (io), per chi tende ad avere la pressione bassa in estate e si sente sempre debole (io). Mangiare l’avena al mattino inibisce i picchi glicemici durante il giorno… insomma è il cereale che fa per noi, perché riduce sensibilmente che lo stomaco inizi a brontolare come se non fosse rimpinzato da giorni, ci permette di sostituire tutte quelle merendine con valori nutrizionali scarsi, poi ci offre energia grazie al contenuto di proteine e carboidrati che difficilmente riusciamo a trovare altrove.

Ovviamente questa soluzione di colazione non prevede l’uso di sola avena, poiché l’avena per essere consumata deve essere “preparata”, non possiamo aprire il sacchetto e mangiarla così come i cornflakes. … Dunque aggiungiamo all’avena tutto quello che più ci piace. Tra questi ingredienti possiamo includere la frutta, la marmellata, il cacao, la frutta secca, granelle varie, cannella, crema di arachidi, chi più ne ha più ne metta. Non dimentichiamoci che le macchine non funzionano senza benzina, e che il corpo non va avanti a sole proteine: sono importanti gli zuccheri, i grassi, i sali minerali, che sono tutte componenti che si trovano appunto in marmellata, frutta secca, cacao, crema di arachidi e così via.

Insomma, ora vi faccio vedere cosa ho elaborato durante questi mesi per rendere questa colazione la soluzione migliore per svegliarmi al massimo, evitare di ingurgitare zuccheri e grassi cattivi, e per riuscire a mettere in pratica tutte le attività che mi va di compiere, o che devo compiere.

 

Poi, in tutta sincerità, se fate colazione alle sette di mattina è inevitabile sentire fame almeno un’altra volta prima di pranzo, ma volete mettere il mangiare tantissime merendine per spuntino durante il giorno per smorzare la fame, e il mangiarne una, due al massimo? Stando attenti a queste piccolezze impariamo anche a leggere le etichette e ad evitare, che so, le marmellate con meno di 60g di frutta su 100, i latti vegetali con zuccheri aggiunti, i burri d’arachidi con piccolissime percentuali di arachidi.

 

Vi consiglio di seguire quello che dico nel video, in modo tale da poter modificare le ricetta come piace a voi in base ai vostri gusti e alle vostre esigenze.

 

Cosa ve ne pare? Avete qualche consiglio?

Sapete che io non sono una guru tradizionale, nel senso che mi evolvo in continuazione anche grazie ai vostri suggerimenti, quindi sicuramente non è una zuppa d’avena tra le migliori in piazza, però ho molta più energia, ingerisco meno schifezze, persino in estate – quando normalmente mi sento morire a ogni respiro – riesco ad essere più vitale!

 

Vi ringrazio per essere stati in mia compagnia,

Spero di rivedervi presto!

Non dimenticare di iscrivervi alla newsletter in fondo al blog inserendo il vostro indirizzo email nell’apposito campo per non perdere nemmeno un articolo.

Alla prossima!