Balsami labbra dei Provenzali

Vi riporto in questo articolo le mie opinioni relative agli stick labbra della marca da supermercato “I Provenzali”. Alcuni mi piacciono di più di altri.

Ciao a tutti! Parliamo oggi di alcuni balsami labbra biologici facilmente reperibili in quasi tutte le città italiane. Parliamo della marca I Provenzali, di cui questo è il sito ufficiale. Io li ho trovati in tutti gli Acqua&Sapone che ho visitato e anche in alcuni altri negozi “specifici” tipo Maurys, Conad, Coin, OVS, negozi per detersivi e così via.

 

Gli inci ovviamente sono super accettabili, altrimenti non ne avrei nemmeno parlato: ingredienti verdi, cruelty free, vegan, 100% vegetali. Sono a base di olio di ricino, burro di karité e altri olietti simpatici che rendono questi stick tra i migliori sul mercato.

Il prezzo si aggira tra i 2,50€ e 3€ quindi rientrano in pieno nella fascia dei prodotti efficaci ed economici che mi sento di consigliare qui sul mio blog.

 

Io li ho provati quasi tutti nel corso degli anni [mi manca quello alla rosa mosqueta – e forse qualche altra fragranza che non ho mai trovato al supermercato(?)] quindi posso fare una review breve e pratica, molto generale.

Innanzitutto bisogna dire che non sono tutti uguali, perché hanno durezze diverse e danno anche sensazioni diverse sulle labbra. Li elencherò e vi farò avere la mia esperienza, dicendovi come mi sono sembrati e come mi hanno lasciato la pelle.

Voglio sottolineare, prima di passare alle super mini review, che questi NON sono i miei balsami labbra preferiti, perché, come vi avrò già ripetuto molte volte, preferisco un altro tipo di consistenza. Vedi l’articolo sugli Addolcilabbra di Alkemilla.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

  • Arancia. Inci: Caprylic/Capric Triglycerides, Olus Oil, Ricinus communis Oil, Cera Alba, Rice Bran Wax, Glyceryl Dibehenate, Butyrospermum parkii Butter, Simmondsia chinensis Seed Oil, Prunus amygdalus Dulcis Oil, Tribehenin, Glycine Soja, Daucus carota Extract, Beta-carotene, Glyceryl Behenate, Parfum, Citrus amara Peel Extract, Glyceryl Laurate, Ascorbyl Tetraisopalmitate, Tocopherol. Ho usato questo prodotto come esordio, come inaugurazione della mia esperienza con I Provenzali. Ed è stato un DISASTRO. Lo stick all’arancia era mediamente morbido, sì, lasciava le labbra abbastanza idratate e morbide, ma era DI UN PUZZO insopportabile: aveva l’odore del detersivo per i piatti, fortissimo. Mi dava mal di testa e non riuscivo ad abituarmici, come succede invece di solito con le fragranze dei tipi di burrocacao. Ho dovuto regalarlo a mio padre che fa fuori un burrocacao a settimana, e non so che fine gli abbia fatto fare. Credo sia per questo che poi è uscito fuori produzione. Vi avevo postato una sua foto qui. Non hanno pensato nemmeno a modificarlo: l’hanno proprio tolto di mezzo.
  • Argan. Inci: Ricinus communis oil, Butyrospermum parkii butter, Candelilla cera, Helianthus seed wax, Simmondsia chinensis oil, Cetyl ricinoleate, Argania spinosa oil, Prunus amigdalus dulcis oil, Tocopheryl acetate, Parfum, Linalool, Limonene, Geraniol, Citronellol, Citral. Questo stick labbra ha un odore abbastanza delicato, assolutamente sopportabile rispetto al precedente, solo che mi è sembrato abbastanza duro. Lascia sulle labbra uno strato molto leggero di protezione, ma siccome a me piacciono i balsamini cerosi e pesanti, questo non mi ha soddisfatta in pieno. Lo consiglio a chi ama gli stick labbra leggeri e discreti.
  • Mandorle dolci. Inci: Ricinus Communis oil, Butyrospermum Parkii Butter, Candelilla Cera, Helianthus Annuus Seed Wax, Caprylic/Capric Triglyceride, Simmondsia Chinensis Oil, Prunus Amygdalus Dulcis Oil, Copernicia Cerifera Wax, Aloe Bardadensis Leaft Extract, Tocopheryl Acetate, Parfum. Ho comprato questo burrocacao diverse volte, per me, per mia mamma e per mia sorella. Ha un delicatissimo profumo di confetti, molto piacevole (e molto meno accentuato rispetto al Mandorlatte di Alkemilla). È anche il più morbido tra tutti, quindi rientra nella lista dei consigliati, che rientrano a loro volta nel mio range di stick labbra preferiti per via della sensazione di coprenza sulle labbra. La pelle resta morbida e protetta per molte ore. Approvato con un buon voto!
  • Karité. Inci: ricinus communis oil, butyrospermum parkii butter, candelilla cera, heliantus annus seed wax, caprylic/capric trigliceride, simmondsia chinensis oil, prunus amigdalus dulcis oil, copernicia cerifera wax, aloe barbadensis leaf extract, tocopheryl acetate, parfum. Ho acquistato questo stick un paio di volte, lo ricordo molto simile a quello alle mandorle: odore delicato, effetto sulle labbra discreto, buona permanenza sulle labbra per via della moderata morbidezza.
  • Uva e mora. Inci: caprylic/capric triglyceride, olus oil, ricinus communis oil, cera alba, rice bran  wax, glyceryl dibehenate, butyrospermum parkii butter/shea butter, simmondsia chinensis (jojoba) butter, prunus amygdalus dulcis oil/sweet almond oil, tribehenin, rubis fruticosus leaf extract, vitis vinifera leaf extract, glyceryl behenate, parfum, glyceryl laurate, tocopherol. Questo, secondo me, è il balsamo labbra con la fragranza migliore tra tutti quelli di I Provenzali. Ha un odore fresco e frizzantino, tipo di “vino”, simile alle caramelle all’uva che mi escono sempre dalle Japan Candy Box. Me lo ricordo, anche questo, mediamente morbido, quindi non morbidissimo ma accettabile, consigliato magari per l’estate perché lascia le labbra protette, rivestite da uno strato leggero e profumoso, ma senza lucidarle o esagerare con la cera. Approvo anche questo con un buon voto!
  • Ribes rosso. Inci:caprylic/capric triglyceride, olus oil, ricinus communis oil, cera alba, rice bran  wax, glyceryl dibehenate, butyrospermum parkii butter/shea butter, simmondsia chinensis (jojoba) butter, prunus amygdalus dulcis oil/sweet almond oil, tribehenin, ribes nigrum extract, glyceryl behenate, parfum, glyceryl laurate, tocopherol. Lo inserisco sul podio, al secondo posto per quanto riguarda la profumazione, ma all’ultimo posto per quanto riguarda il senso di protezione. È stato uno degli ultimi acquistati, quindi lo sto usando tuttora e la mia opinione è fresca fresca di stampa. Ha un profumo dolce ma fresco e fruttato, come il balsamo Splend’Or al Ribes. È duro come la roccia, ho provato ad alitarci sopra per scaldarlo ma non ce l’ho fatta. Si stende addirittura difficilmente: quando lo passo mi tira le labbra e ho paura di strappare la pelle. Non solo non lascia lo strato di prodotto sulla pelle, ma non scivola nemmeno! No no, lo boccio. Peccato per la fragranza, davvero.
  • Cocco. Inci: Ricinus Communis Oil, Butyrospermum Parkii Butter, Candelilla Cera, Helianthus Annuus Seed Wax, Caprylic/Capric Tryglyceride, Simmondsia Chinensis Seed Oil, Prunus Amygdalus Dulcis Seed Oil, Copernicia Cerifera Wax, Cocos Nucifera Oil, Aloe Barbadensis Leaf Extract, Tocopheryl Acetate. Sapete che l’odore di cocco mi nausea, non mi piace, eppure ho acquistato questo burrocacao più volte per mia sorella e per il mio ragazzo. È comunque un odore molto fedele alla fragranza che tutti voialtri amate, al cocco tradizionale (anche in questo caso specifico che a paragone col Cocco di Alkemilla, questo di I Provenzali è più discreto). Ha anche una consistenza abbastanza morbida, molto simile a quello alla mandorla. Mio malgrado lo promuovo perché ha un bell’effetto di protezione sulle labbra.

 

Fate attenzione agli inci che leggete, perché ho fatto un controllo rapido e mi sono accorta che online su alcuni siti gli ingredienti non sono aggiornati. Credo che dal 2012 in poi l’azienda abbia fatto delle modifiche agli inci, appunto, sostituendo la CERA MICROCRISTALLINA (che è un petrolato) con la CERA CANDELILLA (che è verde). Quindi leggete sempre sulla confezione di cartoncino prima di buttarla (gli inci non sono riportati sugli stick di plastica) e confrontate gli ingredienti con quelli online.

Perché la cera microcristallina non andava bene? Leggete qui.

Avendo avuto a che fare spesso con questo tipo di prodotto di I Provenzali, posso dire che quasi tutti scorrono piacevolmente (tranne il ribes) sulle labbra, lasciando, chi più e chi meno, un bello strato protettivo che dura per diverse ore. Qualche volta, forse in base alla temperatura nel momento in cui il prodotto è stato colato nelle formine, si formano dei granelli di burro cacao che rendono l’applicazione un po’ meno piacevole, ma in ogni caso questo aspetto non contribuisce a rovinarne l’esperienza. È successo anche con tutti gli altri stick labbra biologici che ho provato.

E niente, questo è tutto. Spero che queste esperienze vi possano essere d’aiuto.

Grazie per la lettura,

E alla prossima!

Carine loro💞

A post shared by Veronica Pezzola (@vesd94) on

Fai conoscere la tua opinione!