La mia esperienza con Bohema

Oggi vi espongo una collaborazione che è stata avviata tra questo blog e il sito Bohema.es alla fine del 2015. Si tratta di alcuni prodotti per la cura delle unghie, privi delle classiche sostanze tossiche che invece sono frequentemente usate negli smalti.

Buongiorno lettori! Dopo due o tre mesi dall’arrivo del pacchetto vi parlo finalmente della mia esperienza con questo sito.

Ho trovato lo shop online di Bohema alla fine del 2015: ho richiesto se fosse possibile collaborare e, nel caso in cui la risposta fosse stata affermativa, avrei assolutamente voluto provare i prodotti indurenti e ispessenti per unghie.

Bohema è un sito che rivende sotto il proprio nome una serie di prodotti specifici per unghie, a stampo inci accettabile. Ovviamente negli smalti non possono essere inseriti i tipici ingredienti ecobio che invece sono facilmente reperibili nei prodotti per viso o corpo. Il meglio che si può trovare nei prodotti per le unghie, sono gli inci privi di parabeni, formaldeide, ftalate, toluene, xilene, canfora, colofonia.

Purtroppo però il sito è interamente in spagnolo (oppure c’è la versione in russo), non molto intuitivo per i meno esperti. Qui sotto vi lascio il video di unboxing per farvi vedere i prodotti che ho ricevuto.

 

Passiamo subito alle review.

Che praticamente significa ispessente per unghie. Ho usato questo trattamento per primo, rispetto ai due trattamenti che ho ricevuto. Questo prodotto non è altro che un semplice smalto trasparente lucido arricchito con calcio e vitamina E, che dovrebbe servire, appunto, a rendere le unghie un po’ più spesse. Purtroppo io non ho visto cambiamenti significativi sull’unghia a breve termine. Però dopo qualche tempo dalla fine delle applicazioni ho notato una insolita crescita. Vi spiego meglio.

Unghie che si sfogliano (immagine presa da internet).

Io ho le unghie sottilissime e mollicce, che faticano a crescere, visto che qualsiasi sollecitazione meccanica rischia di farle strappare. Si sfogliano e, siccome non sono rigide, ogni volta che ondeggiano, qualsiasi tipo di smalto è costretto a sollevarsi, perde il contatto con l’unghia e si stacca. Questo Nail Thickener funge come tutti gli altri tipi di smalto: sulle unghie morbide si solleva e stacca, portandosi via la parte lipidica superficiale naturale. Ho provato a usarlo anche come base prima dello smalto: diciamo che è ottimo per esempio quando usiamo gli smalti rossi (che lasciano le dita gialle una volta rimossi) per evitare la patina gialla, ma anche per gli altri colori, soprattutto se abbiamo smalti contenenti quegli ingredienti tossici citati su, in modo che faccia da barriera. Comunque, nel giro di 24 ore, mi si sbecca tutto, favorendo le unghie che si sfogliano. Sono proprio un caso disperato :(. In conclusione di questa review però posso dire che le unghie sono state capaci di allungarsi – fin quando non ho iniziato a usare il secondo trattamento.

Questo è stato, tra i tre prodotti, quello più impegnativo, che quindi ho deciso di usare per ultimo. La traduzione in poche parole è “indurente per unghie – complesso due settimane”, poiché questo è un trattamento che va messo e tolto ogni giorno per due settimane. In pratica bisogna sgrassare l’unghia, applicare l’indurente, lasciarlo asciugare, tenerlo per un giorno intero, rimuoverlo il giorno dopo con un solvente delicato e ricominciare tutto il procedimento da capo. Tutto ciò per due settimane. I primi risultati devono iniziare ad essere visibili appunto dopo due settimane, dopodiché, per rinnovare il trattamento indurente, sarà sufficiente riapplicarlo dopo altre due settimane. Le unghie dovrebbero risultare lucide, indurite, e sulla laccata di indurente è possibile applicare lo smalto, che per lo strato sottostante rigido dovrebbe durare a lungo senza sbeccarsi (dobbiamo comunque rimuovere tutto ogni giorno).

PhotoGrid_1455548523232I primi giorni ero soddisfatta di vedere le unghie crescere belle, lucide, con un bel french bianco naturale. Dopo aver terminato la prima settimana di trattamento, ho iniziato a notare che sia la pelle che l’unghia stessa stavano risentendo della rimozione dello smalto tramite solvente di ogni sera. La loro “sofferenza” era visibile dalle pellicine e dalle cuticole bianche che si rendevano evidenti e dal french che da bianco era diventato meno delineato, le unghie avevano preso a strapparsi e le estremità a sfogliarsi. Ho concluso la seconda settimana di trattamento col dispiacere nel cuore, perché la settimana precedente avevo le unghie lunghissime e la settimana successiva sono stata costretta ad accorciarle perché tutte spontaneamente strappate. A lato vi lascio la foto con le unghie disastrate, e sotto invece vi lascio il prima e dopo (se non fotografo il particolare, ovviamente, la parte rovinata non si vede). Vi lascio trarre le vostre conclusioni. Io non posso dire che non è cambiato nulla, ma non posso nemmeno dire che ho notato dei miglioramenti. A questo punto posso dire di preferire il primo trattamento.

PhotoGrid_1455457994516-1

Parliamo di una lima in vetro temperato lunga 13,5cm di color giallo-arancio dotata di custodia bianca in simil pelle per permetterci di riporla al sicuro. È praticamente stata il primo prodotto, dei tre, che ho usato, per essere ovviamente la più pratica 😛 . Trovo che le limette in vetro siano molto più durature rispetto alle classiche economiche in cartone. Questa limetta è abbastanza funzionale, nel senso che in poche strisciate ci permette di dare la forma desiderata. L’unica cosa che purtroppo non mi soddisfa è lo spessore: ovviamente non possiamo pretendere una lima ultra sottile come quelle in ferro, per questo i particolari agli estremi dell’unghia – vicino alla pelle – devono essere rifiniti con un po’ più di cura. Ma questo non rappresenta assolutamente un problema. wpid-wp-1418686301902.jpegGeneralmente le unghie ai lati non si toccano, però le mie, oltre ad essere sottili, tendono ad alzarsi dalla pelle e ad allargarsi crescendo, quindi le limo squadrate anche sui lati, per evitare che assumano la forma a trapezio. Questa limetta, oltre ad essere di buona qualità e funzionale, è anche molto carina. Mi piace il colore acceso arancione che hanno scelto per me. 🙂 Posso senza ombra di dubbio dire di aver trovato finalmente la mia limetta preferita!

In fin dei conti, Bohema.es mi sembra un sito molto carino e femminile, uno dei pochi ad offrire un servizio esclusivo di prodotti per unghie privi di tutte quelle sostanze tossiche che a noi non piacciono.

Sarebbe stato tutto perfetto se non si fossero verificati quegli spiacevoli effetti negativi sulle mie unghie. 🙁

Altre aziende conosciute anti-schifezze che invece propongono nella rosa dei prodotti anche articoli destinati alle unghie, sono ad esempio Avril (di cui ho acquistato tre smalti da Bio Eco Shop), Benecos, Sante Naturkosmetik, Zoya…

 

Ringrazio molto Bohema per avermi offerto questa possibilità di provare e proporre questo marchio all’interno del mio blog. Spero che voi sarete più fortunate di me.

E poi ringrazio voi di essere tornati su questo blog 🙂

Spero di avervi trasmesso la voglia di ritornarci in futuro!

A presto!


PicMonkey Collage

P. S. Non dimenticate di partecipare al #GIVEAWAY in atto durante il mese di aprile 2016 su questo blog! Si può vincere una coppetta dal valore di circa 30€! Cliccate QUI!

Kawaii Box - The Cutest Subscription Box