La mia esperienza con Antico Saponificio Salentino

Eccoci già di rientro dalle tanto agognate ferie. Oggi ho programmato di parlarvi di un’azienda 100% ecocompatibile, e 100% italiana.

Buongiorno a tutti, come state? Spero tutto bene! Io oggi, ancora per poco, mi trovo nella meravigliosa Firenze, anche se stasera sarò già di rientro. Per caso qualcuno di voi si trova da queste parti?

 

Non ci sentiamo da un po’: come sapete nei mesi di agosto e febbraio questo blog ha sempre visto pubblicato un singolo articolo durante il primo giorno utile del mese, per questo in agosto avevamo parlato della Lootcrate di luglio.

Oggi invece rientriamo dalle ferie, e parliamo, come vi dicevo nell’introduzione, di un’azienda italianissima, pugliese per la precisione, dedita all’igiene della casa e della persona: Antico Saponificio Salentino.

Ho conosciuto questa azienda tramite una serie di hashtag su Instagram agli inizi di luglio: ho letto e cercato molte informazioni sul loro sito, così ho deciso di provare a contattare per richiedere una collaborazione. Ho ricevuto risposta dal gentilissimo Alessandro, che ringrazio per aver deciso di concedermi questa possibilità.

 

La peculiarità di Antico Saponificio Salentino è la loro dedizione all’ecocompatibilità, in associazione alla loro sede strategica, il Salento, il quale offre loro la fantastica possibilità di usufruire dell’olio d’oliva d’origine salentina e quindi di creare dei prodotti per la cura della casa e della persona assolutamente a impatto zero sull’ambiente. La seguente, è una citazione della loro pagina “Mission“.

Le molecole che la natura ci offre (derivanti dall’olio d’oliva , da altri oli …e dai grassi) hanno una sperimentazione di coesistenza di centinaia di milioni di anni e ciò garantisce il loro utilizzo e la loro assenza di effetti negativi sia in riferimento alla salute umana che ambientale. […] L’idea dell’Antico Saponificio Salentino nasce dalla constatazione che dopo decenni di utilizzo dei tensioattivi sintetici derivanti dalla petrolchimica (comuni al 99% e più dei detergenti per la persona, casa, indumenti etc.), per i quali da tempo se ne decanta la loro sicurezza sia a i fini della salute umana che dell’ambiente, sono oramai dimostrati appieno i loro punti deboli: secchezza della pelle, dermatiti, intolleranze a tutti i livelli e situazione di bioaccumulo dei loro metaboliti se impropriamente ingeriti.

Ora vi cito invece degli estratti dalla conversazione via mail che ho avuto con Alessandro.

Hai lavato il pavimento? Pensa al tuo bimbo che cammina gattoni e poi porta le dita alla bocca: cosa ha ingerito? Semplice, residui di tensioattivi sintetici , perossidi, sbiancanti ottici..

Hai pulito il forno? Alla prossima accensione cosa immetterai nell’aria di casa?

Hai risciacquato con il detersivo water o doccia? Cosa inalerai la prima volta che azionerai lo sciacquone o allorché, nel box, libererai l’acqua calda respirandone i vapori? Un sostanzioso aerosol chimico! 

 

E fu così che… durante la prima settimana di agosto ho ricevuto finalmente il pacchetto a me destinato, contenente al suo interno ben quattro prodotti per la cura del corpo, in contenitore di plastica con dosatore tradizionale, da ben 500ml. [Ho preferito mantenere una certa coerenza col mio blog e chiedere di recensire solamente prodotti per la cura del corpo, piuttosto che per l’igiene della casa.]

Vi mostro finalmente il contenuto del pacco, visto che per motivi di forza maggiore – afa, orario, indecenza del mio aspetto, etc – non ho registrato un video di unboxing.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ebbene, tutti i quattro prodotti che vedete nelle immagini sono esattamente gli unici prodotti per la cura del corpo presenti nella loro offerta. Ho avuto quindi modo di farmene un’opinione completa.

 

  • Sapone Liquido Ristruttura. 7,80€ ISTRUZIONI PER L’USO : Applicare il sapone a mano asciutta sul viso/corpo umido ma non bagnato. Cospargere e massaggiare per almeno 2 minuti e risciacquare.

Questo è senza dubbio il prodotto che ha usato di più la famiglia nel complesso. L’ho posizionato in prossimità del lavandino della cucina, quindi lo abbiamo usato like no tomorrow proprio. Ha un fantastico odore di pulito, molto simile in generale all’odore dei detersivi per piatti che si usavano anni fa; la fragranza permane sulla pelle delle mani anche dopo molte ore dal lavaggio – sempre che non abbiamo avuto contatti con altri odori, ovviamente. L’ho usato senza particolari accortezze, come un normalissimo sapone per le mani. Ho evitato di usarlo sul viso proprio per via dell’odore. Essendo saponi creati con una base importante di olio di oliva, risultano molto nutrienti, da qui la dicitura “Ristruttura”. L’unico difetto è che appunto lasciano il fondo del lavandino idrorepellente, e quindi mia mamma è sempre lì per ripulire e lucidare. 😛 C’è da dire che schiuma veramente poco, ma fintantoché si tratta di una zona limitata come quella delle mani, con una sola dose erogata dal dispenser ci si lava abbondantemente.

  • Sapone liquido viso corpo. 6,50€ ISTRUZIONI PER L’USO : Applicare il sapone a mano asciutta sul viso/corpo umido ma non bagnato. Cospargere per poche decine di secondi e risciacquare.

Questo invece è il prodotto da cui ho attinto io in misura maggiore: posizionato sul lavandino del bagno ho potuto usarlo tutti i giorni per molteplici usi (mani, viso, e altre parti del corpo in momenti in cui non necessitavo di fare una doccia intera). Questo sapone ha un odore dolce ma “potente”, ha lasciato i nostri olfatti stupìti, e il bagno profumoso, per buone due giornate intere – forse poi ci siamo abituati e non ci abbiamo più fatto caso, ma vi assicuro che ha un odore micidiale! La fragranza è molto simile a quella di una gomma da masticare alla fragola, tipo BigBabol. Un giorno in cui ho deciso di usarlo per lavarmi petto e ascelle prima di uscire in scooter, praticamente, nonostante il vento riuscivo a percepire la nuvoletta di profumo che mi svolazzava attorno 😛 … Diciamo che ho avuto la stessa identica espressione del sapone di cui ho parlato precedentemente: pochissima schiuma, effetto pelle morbida e idratata, non aggredita, profumo persistente, e fondo del lavandino idrorepellente. Questo è forse l’unico vero problema di questi saponi. Al contrario, quando lavo la pelle del viso con questo sapone e poi magari non devo uscire per rimanere a compiere i classici lavoretti di casa, posso anche non mettere la crema viso senza sentirla tirare per la secchezza.

  • Bagnoschiuma Pino ed Eucalipto. 6,50€ ISTRUZIONI PER L’USO : Applicare il sapone a mano asciutta sul viso/corpo umido ma non bagnato. Cospargere per poche decine di secondi e risciacquare.

Probabilmente questo è il prodotto che mi ha soddisfatto di meno. Ovviamente ho posizionato il flacone in una doccia (e il prossimo di cui vi parlerò, la Mousse, in un’altra doccia: ho due bagni in casa…). Forse sarò l’unica, forse ho un problema io, ma non riesco a stringere un buon rapporto con i bagnoschiuma che non fanno schiuma D: … Non riesco a dosarli e non capisco se arrivano ad essere distribuiti sulle zone del corpo dove li massaggio, oppure se si fermano prima. In ogni caso preferisco di gran lunga i prodotti schiumogeni, per lo meno per i lavaggi più grandi, come appunto per la doccia e per lo shampoo (vi dicevo che sulle mani il problema della poca schiuma non si pone). L’odore è fresco e frizzante, molto piacevole, ma appunto non sono riuscita ad apprezzare gli effetti benèfici sulla pelle. Intendo pelle morbida, effetto idratazione etc, ecco: NO. Devo aggiungere che in estate ho avuto, e ho tuttora, una pelle SECCHISSIMA, quindi se quando esco dalla doccia non mi immergo in una botte di olio di cocco, praticamente dopo cinque minuti le gambe diventano un mosaico. Ve ne sconsiglio la visione.

  • Mousse da Bagno. 7,80€ ISTRUZIONI PER L’USO : Applicare il sapone a mano asciutta sul viso/corpo umido ma non bagnato. Cospargere per poche decine di secondi e risciacquare.

La fragranza di questa Mousse da bagno sembra più un vero e proprio profumo da donna che la fragranza di un sapone. Mi è piaciuta molto, anche perché mi ha permesso di uscire simil improfumatissima senza spruzzare nulla. L’unica cosa che mi sconcerta è che la mia Mousse ha un colore molto diverso rispetto a quella mostrata sul sito. Assolutamente non credo sia colpa del fatto che il prodotto è andato a male, non preoccupatevi, perché non è intaccato in odore, consistenza e così via: credo abbia semplicemente una formulazione diversa dal flacone che era stato fotografato e scelto per il sito. Anche in questo caso trovo che la consistenza sia troppo liquida, e quindi per lavarcisi se ne necessitano diverse “spruzzate” di dispenser per coprire tutto il corpo.

 

Diciamo che posso accomunare i quattro prodotti con la seguente sintesi: fragranze ottime e inebrianti, poca schiumosità, presenza percepibile di glicerina che in generale (per il 50% dei prodotti provati) mi lascia una sensazione di idratazione, presenza percepibile di olio di oliva che, per l’altro 50% dei prodotti provati, lascia il materiale dei lavandini idrorepellenti. Una cosa che non mi piace è che gli inci non siano molto chiari, ad esempio sui flaconi che mi son stati inviati non c’è alcuna etichetta in proposito. E questa di fianco è quella riportata sul sito. Cliccatevi sopra per avere un’idea.

In generale sono molto soddisfatta da questa collaborazione, e soprattutto contenta di questa esperienza.

Io voglio ringraziare nuovamente Alessandro Malitesta di Antico Saponificio Salentino per avermi inviato questi quattro saponi e per avermi permesso di parlarvene. Vi informo inoltre che per reperire questo marchio potete recarvi solamente online sul loro sito, dato che sono pochissimi i punti vendita fisici riforniti.

 

Grazie anche a voi per aver visionato questo articolo, spero di rivedervi presto.

Ci vediamo tra qualche giorno!

Fai conoscere la tua opinione!