Magic Leverag REVIEW

Chi di voi non ha ancora mai sentito parlare dei Magic Leverag? Sono dei bigodini per boccoli tipo “scala a chiocciola” che permettono di ottenere onde sui capelli senza l’utilizzo di quel calore brutto e cattivo!

Buongiorno! Si sente il Natale nell’aria, vero? Parlo io che ho addobbato le finestre di casa con gli adesivi natalizi già a metà novembre…

20161118_183134_wm.jpgGeneralmente i metodi senza calore sono facili e preferiti in estate, perché si lasciano i capelli umidi senza problemi, direttamente nei bigodini/boccoli fino a completa asciugatura -e d’estate non è fastidioso tenere i capelli umidi, al contrario è fastidioso usare piastre e ferri per il calore ambientale. In realtà è meglio usare i bigodini (come tutti i metodi di messa in piega senza calore) post phon, quindi dopo l’asciugatura, perché i capelli assumono meglio la piega quando sono ancora caldi. Possiamo dire che viene sfruttato il calore del phon, che ormai è stato usato perché ci siamo asciugati i capelli, senza adoperare un calore ulteriore/eccessivo, come potrebbe essere quello della piastra. Potremmo asciugare i capelli del tutto, pettinarli, e inserire subito i Magic Leverag, per lasciarli in posa per qualche ora.

 

Insomma, questo nome “Magic Leverag” è un po’ misconosciuto, però sono sicura che tutti avete visto scorrere sulle vostre bacheche Facebook o Youtube immagini o video di questi bigodini.

Io li ho acquistati ormai diversi anni fa, circa nel 2013, e ho iniziato “a provare” a usarli. Vi lascio qualche foto vecchia per farvi capire bene di cosa stiamo parlando.

 

In questo articolo vi parlavo di un altro metodo per creare delle onde senza calore usando solo un reggiseno.

Per i curiosi dei risultati: mai più

A post shared by Veronica Pezzola (@vesd94) on

Ho fatto moltissimi tentativi. All’inizio, quando avevo i capelli relativamente corti (rispetto ad adesso), l’effetto non mi piaceva per nulla, e dalle mie smorfie sconfortate potete dedurlo anche voi. In alto a sinistra c’è l’effetto dei bigodini “indossati”… ed era quasi più bello vederli indossati, piuttosto che l’effetto ottenuto.

Invece, sui capelli già più lunghi, l’effetto è quasi decente.

💇Magic Leverag! Tenuti due ore⌚ (due luci diverse). #navicelladavorio

A post shared by Veronica Pezzola (@vesd94) on


  • Ma guardiamo meglio il modo d’utilizzo.

Innanzitutto bisogna spiegare che i Magic Leverag sono composti non solo dai boccoli che vedete sempre in giro nelle foto, ma anche da un uncinetto gigante che serve ad afferrare la ciocchetta di capelli per passarla nel bigodino. Spieghiamo quindi brevemente tutti i passaggi:

  1. Montiamo l’uncinetto, che per ingombrare meno spazio è composto da due segmenti a incastro,
  2. Infiliamo l’uncinetto in un Magic Leverag, il quale, al passaggio dell’uncinetto, si srotolerà e allungherà,
  3. Separiamo una ciocca di capelli di dimensioni moderate e la infiliamo nell’uncinetto,
  4. Sfiliamo delicatamente l’uncinetto dal Magic Leverag, stando attenti a non far scappare i capelli ribelli in questa operazione più delicata di quanto si crede (stiamo attenti anche che le punte dei capelli non escano di molto dal bigodino, altrimenti avremo le lunghezze a boccoli e le punte lisce),
  5. Quando sfiliamo l’uncinetto il bigodino rimane allungato, bisogna quindi arrotolarlo nella forma originaria,
  6. Ripetiamo le operazioni del punto 3, 4 e 5 su tutta la chioma, fino a terminare tutte le ciocche residue,
  7. Manteniamo in posa per un periodo di tempo che va dalla mezz’ora alle due ore (o anche di più!),
  8. Trascorso questo tempo, sfiliamo uno per uno i Magic Leverag da ogni ciocchetta,
  9. Pettiniamo i capelli con le dita, assolutamente non con spazzole e pettini,
  10. Possiamo scegliere a questo punto di “uscire così”, oppure definire i boccoli con gel d’aloe, burro di karité et similia.

Sicuramente durante la prima ora scenderanno un pochino, lasciando delle onde molto più naturali.


  • Parliamo invece adesso della mia esperienza concreta.

Ho usato il metodo dei Magic Leverag a una serata di compleanno non molto tempo fa: vi lascio uno slideshow con alcune foto per chiarirvi meglio le idee e farvi vedere gli effetti sui miei capelli lunghi fino ai fianchi.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Come avete potuto vedere nelle foto, ho accoppiato ciascun bigodino corto ad uno lungo, perché ho i capelli molto lunghi, quindi ho potuto creare in tutto 9 ciocche. Come procedimento ho deciso di dividere i capelli in 3 ciocche grandi (destra, sinistra e dietro) e le ho poi divise a loro volta in altre 3 ciocchette più piccole.

Siccome ho usato un bigodino corto e uno lungo su ogni codina, ho inserito i capelli nell’uncinetto posizionando il primo bigodino abbastanza in alto seguendo il procedimento classico, e poi ho ri inserito la stessa ciocca nell’uncinetto, posizionando il secondo bigodino subito sotto.

Ho tenuto in posa i bigodini per poco più di un’ora e mezza (ho finito di applicarli alle 18e30 e li ho rimossi alle 20). Subito dopo la rimozione, l’effetto è movimentato ma molto naturale, non sembrava una parrucca da magistrato dell’Ottocento, come capita spesso con gli altri bigodini.screenshot_2016-11-19-02-19-30_wm.jpg

 

PURTROPPO, e con il bloc maiusc è tutto dire, l’effetto è durato praticamente mezz’ora, forse nemmeno. Nell’ultima foto dello slideshow, scattata alla fine della festa, (ve la riporto qui a fianco) avevo i capelli completamente lisci!! E non si erano allisciati solo perché erano stati fotografati alla fine della festa: si erano ormai allisciati da tempo… Forse dovrei tenere i Magic Leverag più tempo in testa?

In ogni caso mi spiace, perché i Magic Leverag sono divertenti da usare e simpatici da vedere. Non sono rimasta soddisfatta nemmeno una volta dopo averli usati!


  • FAQ sui Magic Leverag.

Quella sera ho postato la mia esperienza con questi bigodini per boccoli nel gruppo che amministro, Navicella d’Avorio. Ho notato che ci sono state delle domande ripetute, quindi ho deciso di scriverci un capitoletto apposito.

  1. Dove si comprano i Magic Leverag? In tutti i negozietti cinesi o di riforniture per parrucchieri, ma anche online, tipo su eBay o su Aliexpress.
  2. Quanto costano? Mah, pochissimo. Il mio set da 18 bigodini acquistato da eBay costò 6€, ma si trovano anche a meno. In generale il costo varia e consiste in pochi euro.
  3. Tirano i capelli? Mentre li applichi un pochino, per questo si consiglia di separare delle ciocchette non troppo grandi: bisogna calcolare che mentre passiamo l’uncinetto nel bigodino, i capelli si piegano su loro stessi, quindi durante quella fase nel bigodino ci sono il doppio dei capelli. Questa fase è molto delicata, ma se non vogliamo strafare riusciamo a posizionarli senza farci male 😛 . Quando li teniamo sono un po’ difficili perché sbattono, si attorcigliano le ciocche tra loro, ma non è che “tirano”.
  4. Quanto vanno tenuti in posa? Almeno un’ora, perché i capelli devono prendere la forma, e siccome il “dislivello” della curva del bigodino è minimo, per avere un effetto soddisfacente bisogna tenerli a lungo.
  5. Quando è meglio applicarli? Sicuramente non a capelli asciutti e freddi. I bigodini vanno in generale applicati O sui capelli umidi O sui capelli appena asciugati. Si consiglia a capelli ancora caldi di phon perché i capelli che si asciugano intorno ai bigodini restano crespi una volta sciolti.

Grazie a tutti per aver letto questo articolo e per aver fatto affidamento su questo blog,

Speriamo di aver aiutato!

 

Vi auguro un buon fine settimana e un sereno ponte dell’Immacolata,

Ci vediamo al prossimo articolo, con qualcosa di molto interessante (cit. Rovazzi)!

Kawaii Box - The Cutest Subscription Box