Cerottini anti punti neri con l’albume

Nel titolo sentivo di dover specificare quale dei due ingredienti fosse quello che necessitava di essere “procurato”. Infatti l’altro ingrediente importante per questi cerottini ce l’avete tutti a casa: è la carta igienica!

Buonsalve. Vi sto per parlare di un metodo figo, e forse un po’ disgustoso, per tirare via i punti neri e le impurità dai vostri pori (del viso o di qualsiasi altra zona afflitta).

Praticamente in queste due o tre righe vi ho già detto tutto, non serve che continuo con l’articolo. O forse sì? Insomma, “cerottini”, “albume”, “carta igienica”, “anti punti neri”.

Ok, vi spiego meglio il procedimento.

 

puntineriHo provato a fare i cerottini anti punti neri solo con albume e carta igienica ma il risultato non è stato quello sperato, quindi vi riporto la “ricetta” più conosciuta su internet in maniera completa e proviamo insieme.

  • Come prima cosa bisogna far bollire dell’acqua per posizionare il viso sui vapori, i quali consentono di aprire i pori e di poterci liberare più facilmente delle impurità che vi si nascondono dentro. Ovviamente non lo facciamo col viso sporco di trucco, altrimenti li creiamo noi i punti neri anziché toglierli. Possiamo facoltativamente versare qualche goccina di olio essenziale nell’acqua che deve evaporare, tipo oe – olio essenziale – di limone (o anche succo di limone vero), arancia o tea tree.
  • Prepariamo quello che ci serve per i cerottini: rompiamo le uova, separiamo tuorlo e albume e prendiamo l’albume per versarlo in una scodella, o in un bicchiere – dove volete voi: non dobbiamo fare grandi cose con questo albume quindi non serve sporcare troppi piatti. Abbiamo la carta igienica a portata di mano: con un pennellino da cucina distribuiamo un po’ di albume sulla parte del corpo interessata e posiamo sopra una velina di carta igienica tagliata su misura. Spalmiamo ancora albume e poi copriamo con un’altra velina di carta igienica.
  • A questo punto bisogna aspettare che i cerottini caserecci si induriscano leggermente e dopo una ventina di minuti possiamo rimuoverli. Notiamo i piccoli abitanti del nostro naso come residui attaccati al cerottino.
  • Ora dobbiamo lavar via i residui di uovo, quindi approfittiamo per aumentare il potere del nostro trattamento anti punti neri con uno scrub a piacere e tamponiamo la pelle per asciugarla. Un po’ di tonico (al momento io uso l‘acqua di rose vaporizzata) e, se serve, spalmiamo la nostra crema viso preferita – non siliconica!

Qui vi parlavo di una corretta detersione del viso preventiva.

Questo rimedio non è aggressivo, quindi possiamo usare i cerottini di albume e carta igienica anche una volta a settimana: l’importante è non aggredire troppo la pelle abusandone oppure con scrub molto acidi, altrimenti ci ritroveremo con la pelle asfittica, piena di punti neri ma secca. Che è difficile da curare.

Spero che riuscirete tutti ad avere dei risultati importanti con questo nuovo metodo anti punti neri. 🙂

Alla prossima!

P. S. La vincitrice del Giveaway è la numero 35: sulla pagina FB potrete anche guardare il video dell’estrazione :-*

Fai conoscere la tua opinione!