Olio di ricino per ciglia e sopracciglia

_20140519_171205Accorrete numerosi: il rimedio della nonna più efficace per migliorare visibilmente l’aspetto di ciglia e sopracciglia 🙂

In questo articolo c’è poco da dire insomma, avete già capito tutto nel titolo, altroché spoiler.

Nel primo articolo di ottobre vi ho raccontato del mio haul di settembre, e in questi vi avevo accennato che avevo acquistato l’olio di ricino.

E’ meglio acquistarlo in farmacia, in cui una boccetta costa al massimo 3€, invece di comprare a 7€ quello dei Provenzali o quello (chissà se puro) in erboristeria o in quei negozi che promettono le cose naturali ma che di naturale hanno ben poco. Tutte le farmacie ce l’hanno e non avete nessun obbligo a spiegare che non vi serve perché andate poco di corpo…

 

L’olio di ricino è un olio molto pregiato che viene prodotto prevalentemente in India, è forse l’olio più pesante (tra i più leggeri c’è quello di cocco). E’ proprio quello che veniva usato per torturare i dissidenti politici nel periodo fascista per le sue famosissime proprietà lassative, idea di quel simpaticone di d’Annunzio. Viene consigliato alle donne incinte per “ripulirsi” oppure alle persone che, appunto, hanno problemi di stitichezza.

Troviamo l’olio di ricino in tantissimi prodotti oggi, come maschere, balsami, ma anche stick per labbra o matite per occhi e mascara. Può essere usato come impacco pre shampoo sui capelli, ma anche sulle unghie. Io in questi mesi l’ho usato su ciglia e sopracciglia.

A post shared by Veronica Pezzola (@vesd94) on

Io ho già ciglia e sopracciglia folte e scure (nere), quindi non necessitavo di una terapia d’urto. Vorrei coprire i buchi tra le sopracciglia, visto che anni fa andavano di moda sottili sottili e io sono caduta nella dipendenza dalla pinzetta.

wpid-photogrid_1409658314869.jpgForse le ragazze con le sopracciglia chiare potrebbero giovare di questa cura: l’olio di ricino tende a scurire (un minimo) e aumentare il diametro del fusto del pelo.

 Consiglio a tutti di leggere il post sull‘importanza degli occhiali da sole 🙂

  • Andiamo al sodo: la cura consiste in queste poche informazioni che ora vi elenco.

Abbiamo bisogno di olio di ricino, scovolino per stenderlo e.. ciglia e sopracciglia.

Lo scovolino lo trovate facilmente nei negozi dei cinesi, nel reparto in cui sono esposti tutti i pennelli per il trucco. Possiamo usare lo scovolino che per pettinare le sopracciglia. Oppure, in maniera più pratica e comoda, possiamo usare il contenitore vuoto – magari trasparente- di un vecchio mascara. Se avete il contenitore di un vecchio mascara o lipgloss trasparente approfittatene subito, cercate su YouTube il modo per pulirli e riempiteli con l olio di ricino (con molta attenzione: l’olio di ricino è moooolto viscoso e credo sia faticoso da lavare via). In questo modo non avrete la necessità di ripulire lo scovolino ogni sera. Però se non avete un tubetto di mascara vuoto non fa nulla: non è una tragedia lavare lo scovolino dopo ogni uso.

710221012_9272Ogni sera prima di andare a dormire va applicato il prodotto sulla parte che si vuole scurire/curare. Dico che il momento migliore per l’olio di ricino sugli occhi è prima di andare a dormire perché potete erroneamente spalmare troppo olio e quest’ultimo potrebbe colarvi sulle rime interne e sfocarvi la vista. La sensazione, da svegli, è abbastanza fastidiosa. Però nulla di rischioso. Alcune persone hanno lamentato un bruciore, ma a me personalmente non è mai accaduto niente di traumatico, anzi.

L’importante per non far colare il prodotto è prelevarne poco ovviamente, e per ovviare al problema bisogna spingere lo scovolino contro le pareti del barattolo, facendo colare di nuovo nella boccetta l’eccesso di olio.

Per lavare lo scovolino usate un sapone neutro o intimo, sciacquando bene con acqua. Poi, se non sapete come fare per conservare lo scovolino senza farlo sporcare, riponetelo nella confezione originale. Per questo è comodo il mascara ripulito.

Durante la notte non preoccupatevi di dormire intrecciati o scomodi per non far toccare la faccia al cuscino e non macchiare le federe: io non ho mai trovato macchie di olio di ricino sulle lenzuola.

Al mattino non serve il sapone per i piatti per rimuoverlo: basta lavare normalmente il viso con un sapone a pH adatto (al viso).

Proseguite la cura a lungo anche se non notate miglioramenti a breve termine. Di certo trarrete solo benefìci! 😀

Fatemi sapere se notate dei miglioramenti.. Io avevo fatto una foto prima di iniziare e una dopo un mese, ma siccome la prima era venuta male non ho potuto fare il paragone 🙁 Magari vi lascio solo la seconda…image

Buona cura!!!