Cosa porto nella mia borsa del mare

Ciao a tutti! So che sono un po’ in ritardo con questo post, ma avevo bisogno di “affinare” la tecnica 😀

Quindi, dopo un po’ di vacanza, vi consiglio la lista degli ingredienti perfetti per una stagione al mare, utile per l’anno prossimo, dai!

In passato vi ho parlato delle mie borse per l’università e per il tempo libero estivo. Oggi invece vediamo cosa ci passa la casa.

  1. Eccoci qua, iniziamo subito col mettere in cima alla lista una super borsona capiente e comoda: quindi tasconi interni, tasconi esterni, manici che non segano in due la spalla, un fondo largo abbastanza da contenere almeno un paio di asciugamani.
  2. In ordine di importanza, anche se ogni volta me le dimentico e non capisco il perché, ci sono gli asciugamani. Il primo in microfibra (quindi ultra sottile) in fondo, il secondo in cotone normale, che uso principalmente, siccome la microfibra ci mette una vita ad asciugarsi.
  3. Dopodiché infilo la bustina impermeabile per il telefono, la quale, ATTENZIONE, non viene usata per portare il telefono a fare in bagno in mare: viene usata per non far riempire il telefono di sabbia. Se la bustina è forata, scollata o non completamente sigillata, voi rischiereste portandovi un telefono che magari avete pagato 700€ in mare?
  4. Il classico: la pochette – che in estate diventa bustina- per i prodotti della cura del corpo (burrocacao, salviette umidificate, fazzolettini, cremina solare, pettine in legno, specchietto, crema mani all’eventualità, un Moment per il mal di testa – per sicurezza)
  5. Importantissimi gli occhiali da sole con la custodia in cui riporli per evitare di graffiarli coi granelli di sabbia. Auricolari per la musica. Portafogli. Bottiglia d’acqua. Elastici, fermagli, mollette per capelli, come preferite :p Io questo l’ho preso da Cliché. I fermagli coi fiori invece powered by Crazy-Factory. Un buon libro.
  6. Consiglio, inoltre, sempre vestiti pratici e veloci, non aderenti, né svolazzanti: stiamo andando al mare, non a fare una sfilata. Io penso che la maggior parte di voi andrà al mare per prendere il sole, per respirare iodio, per il proprio benessere, non per sfoggiare quei bellissimi – ma scomodissimi – costumi a vita alta, o con le bretelle piene di sbuffi e frange. Poi, siccome è buona abitudine coprirsi un pochino prima di salire al chiosco a prendere i gelati, è consigliabile un pareo/un vestitino/una gonnellina da infilare velocemente.
  7. Cappellino di paglia 😀 oppure bandana alla Jack Sparrow. Io ne ho acquistate due, una verde e una blu, a 5€ da un vu cumprà a inizio stagione.
  8. In molte vi sarete chieste qual è un buon metodo, poi, per proteggere i capelli dal sole. Eccolo qua: olio di cocco in una boccetta, diluito con l’acqua. Va applicato sempre coi capelli umidi. Io però non lo uso, siccome ho paura contribuisca a scaricare il rosso dell’henné. Per questo mi sono procurata il cappello di paglia.
  9. Snack, succo di frutta 😀 oppure tante monetine per acquistare granite, ciambelle e cornetti in spiaggia.

Detto ciò, non posso far altro che augurarvi una buona conclusione per questa stagione che ci ha fatti un po’ dannare: in alcuni momenti sembrava novembre, in altri aprile. Abbiamo affrontato un po’ tutte le stagioni prima di goderci il caldo (che non è stato nemmeno forte).

Buon proseguimento a tutti 😀

P. S. Vi aspetto venerdì mattina qui con un articolo importantissimo sui capelli!!

Fai conoscere la tua opinione!